Accadde oggi: 19 maggio 1991 Sampdoria Campione d’Italia

Il 19 maggio 1991, in un Ferraris tutto esaurito, la Sampdoria vince il suo primo storico scudetto grazie alla vittoria per 3-0 contro il Lecce.

Sono passati 28 anni, ma il ricordo di quella giornata resta indelebile.

Era la Sampdoria di Vujadin Boskov e del Presidente  Paolo Mantovani, la Sampdoria dei gemelli del goal, Vialli e Mancini, del portiere Gianluca Pagliuca, di Attilio Lombardo, ma anche di elementi di spessore ed esperienza come  VierchowodCerezo e Dossena. La Sampdoria del direttore sportivo Paolo Borea.

Mancini  era assente per squalifica. A sbloccare la partita ci pensò Cerezo dopo neanche due minuti, ma quando Mannini si inventò un euro-gol quasi da centrocampo, tutti capirono che il sogno era ad un passo. Il culmine della gioia arrivò grazie alla rete di Vialli con tanto di immancabile capriola. La Sampdoria era là, in cima alla classifica, più in alto di tutti, e nessuno avrebbe più potuto raggiungerla.

La vittoria con il Lecce porta i due punti decisivi per staccare definitivamente l’Inter e il Milan e guardare tutti dall’alto con una giornata d’anticipo.