Nuovi affittuari per i cinema di Ferrero. Il passivo della E.F. è di 55 milioni, una situazione di crisi irreversibile. Al via la ristrutturazione

Massimo Ferrero e la sua famiglia stanno procedendo alla ristrutturazione del loro gruppo. Negli ultimi giorni è stata ufficializzata una significativa novità,
che ha coinvolto il ramo d’azienda dei cinema. Dallo scorso 15 ottobre la società Eleven Finance in liquidazione ha concesso in affitto a un’altra società le sale che i Ferrero avevano rilevato dal fallimento del circuito Cecchi Gori.

Si tratta della Palazzo Adriano srl costituita recentemente, nel 2017, ma attiva solo dallo scorso settembre. Comunque riconducibile sempre alle Eleven Finance dei Ferrero (anche la sede legale è la stessa). I cinema sono Adriano, Atlantic, Admiral, Arlecchino e Ambassade a Roma, più il cineplex di Pontedera.

Nel “verbale d’accordo per esame congiunto”, alla presenza di tutte le rappresentative sindacali (il passaggio comprende anche 64 dipendenti), è specificato che questa operazione di trasferimento del ramo d’azienda viene fatta “nell’intento di una gestione ottimizzata e coordinata della crisi che ha colpito la società ed in genere il mercato”.

Come noto, il bilancio al dicembre del 2018 di Eleven Finance è stato chiuso con un passivo di 55.488.195 di euro, una situazione di crisi irreversibile che ha portato alla delibera dello stato di liquidazione e alla predisposizione di un piano di risanamento della posizione debitoria per il periodo 2019-2022.

Piano che prevede l’integrale liquidazione degli assets socierari «garantendo l’integrale soddisfazione dei creditori.

Lo riferisce il Secolo XIX