Società: riconfermato tutto il C.D.A in blocco

L’assemblea degli azionisti della Sampdoria, ovvero Vanessa e Giorgio Ferrero più un pugno irrilevante di piccoli cedolisti, non ha ritenuto di modificare la composizione del CdA. Trovano quindi conferma le voci sulla natura di un mero gioco delle parti ad uso della credulità degli osservatori di bocca buona, rispetto ai presunti dissapori tra il presidente Ferrero e il suo fidatissimo Romei, puntualmente riconfermato alla vicepresidenza.

Restano al “governo” anche il banchiere Paolo Fiorentino, vicepresidente vicario, così come l’avvocato Gianluca Tognozzi che pure si trova in un potenziale conflitto di interessi, difendendo Giorgio Ferrero nel procedimento per distrazione di fondi che vede parte lesa la Sampdoria SPA. Contrariamente alle indiscrezioni su un disimpegno, restano anche i “genovesi” Adolfo Praga, Paolo Repetto e Giovanni Invernizzi, entrati un anno fa dopo la richiesta di rinvio a giudizio per gli amministratori in carica nel 2015, al momento dei fatti sotto la lente della magistratura. Sfumata la nomina di un amministratore delegato, Ferrero conserva quindi pieni poteri e nel suo ruolo gestirà sia il mercato invernale che le scadenze fideiussorie e giudiziarie che lo attendono.

Lo riporta Primocanale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: