La prima vittoria blucerchiata nel giorno dell’Epifania: correva l’anno 1949 e l’avversario era proprio il Milan…

La prima volta della Sampdoria in campo alla Befana fu proprio con il Milan. Ma al Ferraris. Il 6 gennaio 1949, fischio d’inizio alle 15.45. Il Secolo XIX la presentò con un brevissimo trafiletto, citato dal quotidiano nella sua edizione di questa mattina : «Oggi allo stadio di Marassi si avrà un pienone perché l’incontro che vi si disputa è tale da interessare anche lo sportivo meno acceso».

Renato Gei

Nella calza i blucerchiati trovarono dolci, una vittoria per 2-1 griffata dalle reti di Gei e Bassetto. La Samp si schierò con Bonetti, Ballico, La Penna, Coscia, Bertani, Gramaglia, Rebuzzi, Bassetto, Baldini, Gei e Prunecchi. Allenatore Baloncieri. Una bella gioia, ma per il resto la storia tra Samp e Befana è fatta più di sconfitte che di vittorie. In totale sono 20 le partite giocate nel giorno della festa che si porta via tutte le altre. Il bilancio: 9 sconfitte, 6 pari e 5 vittorie.

Baldini e Bassetto

La stagione 1948-1949 fu quella dell’attacco con Baldini e Bassetto che assunsero il ruolo di autentici protagonisti, contribuendo decisamente alla quinta posizione in graduatoria. Grazie ai buoni risultati ottenuti, la Sampdoria vide aumentare l’interesse nazionale nei propri confronti: esso fu dimostrato dalla prima convocazione di un calciatore blucerchiato in Nazionale A. Infatti, nel 1949, grazie alle sue ottime prestazioni con la casacca blucerchiata, Baldini fu convocato in Nazionale per l’amichevole contro il Portogallo: ovviamente, si trattò dell’esordio del primo calciatore sampdoriano con la maglia azzurra. La partita, nella quale il giocatore partì da titolare e alla quale assistette il primo presidente della Repubblica, Enrico De Nicola, si giocò al Luigi Ferraris: 4-1 per gli azzurri il risultato finale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: