Verso la fine della quarantena per Gabbia e gli altri, oggi nuovo tampone.

La Sampdoria inizia a vedere un po’ di luce. leri è finita la quarantena di chi era stato in contatto con Gabbiadini per l’ultima volta due settimane fa, cioè il giorno di Sampdoria-Verona. Come ad esempio il ds Osti, che ieri mattina nella sua martoriata Piacenza per la prima volta ha messo il naso fuori di casa per arrivare fino all’edicola all’angolo. Per tutti gli altri la dead-line è dopodomani, visto che Gabbiadini era risultato positivo mercoledi
11 di marzo. Il protocollo prevedrebbe che tutti i positivi,
giocatori (quelli conosciuti sono 8: Gabbiadini, Colley, Thorsby, Ekdal, La Gumina, Bereszynski, Depaoli e Barreto) e non, effettuino oggi un nuovo
tampone e in caso di responsonegativo un terzo e ultimo test
domani. Ma sono date da confermare e in divenire, considerando il fisiologico contingentamento dei tamponi.

Proseguono intanto le interviste dei giocatori stranieri con i media delle loro nazioni. Tre nelle ultime ore, fatte tra sabato e mercoledì scorso.

Askildsen si è confidato contv2.no: «Nessuno poteva prevedere questo dramma. Sto in casa, venerdi ci hanno consegnato le cyclette. Abbiamo un
programma di lavoro. Se c’è il sole mi siedo sul terrazzo e poi mi sto dedicando alla cucina. Sono contento per Thorsby che sta meglio».

Thorsby in video alla web tv olandese FCAf-kicken: «Penso che finora siano cira 10 i miei compagni positivi (confermando Jankto). I sintomi sono mal di testa, febbre e qualche dolore muscolare. Ti senti un po’ stanco durante il giorno. Ora va meglio».

E così Linetty: «Per me nessun sintomo. I tempi delle giornate li detta mia figlia Sofia, di 7 mesi. E poi mi alleno. Ramirez abita vicino a me e ci controlliamo a vicenda. Poi seguo i suggerimenti di Piotr “Gatuno”
Kurek (preparatore polacco,ndr), le sue lezioni video sono divertenti».


Il Secolo XIX

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: