Consiglio FIGC, aggiornamenti: Serie A giocherà tutte le partite rimanenti, in alternativa classifica cristallizzata.

Intorno alle 12 è iniziato il Consiglio Federale FIGC, tappa fondamentale per capire quale sarà il futuro della Serie A ma anche quello di B, C, e D. Il mondo del calcio, che ha subito lo stop improvviso a causa dell’emergenza Coronavirus, si prepara per stabilire le linee guida con cui ripartire. Il tutto dopo l’approvazione da parte del Governo del Protocollo FIGC, che ha decretato l’inizio degli allenamenti collettivi.

La prossima data cerchiata in rosso è quella del 28 maggio, quando si terrà una riunione fra Governo, FIGC e Lega per decidere – questa volta in maniera definitiva – il giorno della ripresa delle partite. Al 28, però, le varie leghe dovranno tuttavia arrivare con programmi chiari e dettagliati, ecco il motivo del Consiglio Federale in corso.

L’intenzione è quella di ripartire e di giocare tutte le 124 partite rimanenti. Nessun format ridotto dunque, le squadre giocheranno tutte le gare rimanenti (chi 12 giornate e chi 13). Nel caso fosse poi impossibile farlo, verrebbero cristallizzate le classifiche al momento dell’interruzione ma questo è al momento uno scenario solo lontanamente ipotizzato. La data più probabile per tornare in campo è quella del 20 giugno, anche se non è stata scartata definitivamente l’idea del 13 giugno nonostante a quel punto sia necessaria una leggera modifica al DPCM dello scorso 17 maggio. Sarà un calendario molto complesso, si giocherà ogni tre giorni.

Lo riporta Di Marzio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: