Damsgaard: “Cerco di ragionare in modo più veloce degli avversari. Il bilancio per ora è eccellente”.

“Ho giocato dei derby anche in Danimarca – spiega Mikkel Damsgaard a Sky Sport – ma credo che non siano nulla di simile rispetto a quello di Genova. Non so cosa aspettarmi ma di certo stiamo giocando un buon calcio”.

Claudio Ranieri lo ha definito “sfacciato”, Damsgaard sul campo ha risposto con un gol e l’assist per Quagliarella nella vittoria di Bergamo. Titolare fisso nell’Under 21 danese, con la Samp ha firmato fino al 2024: “Credo molto nelle potenzialità di questo club così come la società ha dimostrato di avere fiducia in me”.

Parole di chi ha dato i primi calci con papà Henrik al fianco (“Fondamentale, ho un grande rapporto con lui”) e fa della velocità di pensiero la più grande qualità. “Cerco sempre di ragionare in modo più veloce degli avversari”. Come il suo modello: “Andres Iniesta, è la sintesi di quello che vorrei diventare. Mi esalta la sua capacità di studiare il gioco ma anche l’intensità del suo calcio e la visione”. La testa è solo sulla Sampdoria: “Il bilancio per ora è eccellente, ma ci attendono altre prove difficili”. A partire dal derby.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: