Sampdoria, rinnovo Ranieri: posizioni ancora distanti.

Il vero nodo nei rinnovi rischia di essere il futuro dell’allenatore, perché al netto della volontà di Ferrero c’è da capire quella di Ranieri e le sue richieste economiche.

Il suo stipendio è molto alto per gli standard blucerchiati (1,8 milioni netti a stagione) e come noto Ferrero avrebbe sognato di prolungarlo già nei mesi scorsi ma a fronte di una spalmatura dell’ingaggio. Sir Claudio aveva fatto capire di non avere interesse a discutere un contratto economicamente inferiore di quanto già pattuito poco più di un anno fa quando la Samp era in pessime acque e il suo mandato quello di provare a salvarla. Mandato perfettamente portato a compimento, da qui la considerazione che il suo stipendio non potesse essere ritoccato all’ingiù ma semmai confermato o persino aumentato.

Posizioni lontane che hanno fatto sì che il 2020 si chiuderà appunto senza un rinnovo ma con la scadenza di giugno 2021 che incombe e quindi il mese di gennaio decisivo per provare a trovare un accordo. Ferrero di Ranieri è soddisfattissimo e a più riprese ha giurato di volerlo tenere: «Io e il mister veniamo dallo stesso quartiere, Testaccio, e sono sicuro quando ci siederemo a tavolo troveremo una quadra senza problemi» le sue parole. E pure Ranieri ha più volte detto di trovarsi a meraviglia a Genova, e quindi essere disposto a sedersi a quel tavolo. Resta da capire cosa nirà sul piatto e se si troverà «la quadra».

Il Secolo XIX

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: