Bereszynski: ” con Ranieri ho ritrovato fiducia. Mi ero perso”

Sono abituato alle voci sul mio conto. Si diceva che un compagno avrebbe potuto soffiarmi il posto o che avrei lasciato il club. Non è successo niente del genere. Sono sempre stato in grado di conquistare il posto da titolare. Anzi, Fabio Depaoli del Chievo è arrivato nel club prima della stagione. Eravamo io e Jacopo Sala. Mi concentrai sulla competizione e dopo alcuni giorni di campo, ancora sotto Eusebio Di Francesco, ricevetti un segnale che l’allenatore contava su di me, voleva che giocassi. Alla fine, Sala è andato alla SPAL, e non sono mai stato messo da parte, nemmeno per un momento“.

Non voglio dare la colpa all’allenatore, perché soprattutto i calciatori dovrebbero prendersi la responsabilità dei risultati. Eravamo delusi, forse eravamo un po’ distratti. Ad ogni partita abbiamo cambiato l’impostazione tattica. Io questa cosa l’ho sentita in particolare, perché nel club giocavo al centro della difesa, mentre in Nazionale a sinistra. Da nessuna parte giocavo nel mio ruolo naturale. Mi ero perso, non è stato facile. Mi sentivo molto bene fisicamente in quel momento e non potevo farlo vedere completamente. La poca esperienza in quella posizione è emersa: movimenti, automatismi o decisioni. Di Francesco mi ha spiegato che aveva bisogno di me nel mezzo dove non avevo mai giocato prima. Non avevo molta scelta”.

Ora Ranieri

“Italiano, ma con zelo inglese. Ci alleniamo molto duramente durante la settimana. Corriamo otto chilometri in ogni allenamento, che è quasi uguale a quanto corriamo in partita. L’allenatore ha rinunciato un po’ alle sue tattiche. Innanzitutto, si è concentrato sulla difesa. Siamo tornati a giocare quattro. Per Ranieri, dobbiamo mostrare disciplina, impegno e preoccupazione per non commettere errori stupidi. Ciò ha portato a risultati migliori. Non siamo ancora in forma ottimale, ma ci siamo scossi e stiamo facendo progressi. Sono ottimista”.

Da Pedullà

Incidente stradale per l’ex blucerchiato Sergio Romero, distrutta l’auto da 200.000 euro.

L’ex portiere della Sampdoria, Sergio Romero, adesso in forza al Manchester United, è stato vittima di un incidente d’auto.

Il portiere argentino è rimasto coinvolto in uno scontro stradale con la sua Lamborghini finita fuori strada. L’incidente occorso all’estremo difensore è avvenuto nei pressi del centro sportivo del Manchester a Carrington. Distrutta la sua auto, dal valore di 200 mila euro, nessuna conseguenza per il giocatore.

 

 

La Fiorentina non molla Caprari: messo sul piatto anche Boateng

La Fiorentina non molla la presa su Caprari, dopo la prima offerta rifiutata, stamattina ha presentato un’altra offerta che include l’acquisto del giocatore per una cifra intorno ai 10 milioni e il cartellino di Kevin Boateng. Corte Lambruschini sta ragionando sul da farsi, Ranieri, aveva già dato perplessità sul giocatore viola, in più sarebbe un prestito oneroso con 1 mil subito il resto a fine campionato.

.

Murillo alla prima partita ha ottenuto apprezzamenti da tutti. Media voto 7. La Samp poteva aspettare prima di prestarlo.

Murillo alla sua alla prima apparizione in Spagna, con il celta Vigo è stato uno dei migliori in campo, quasi tutti i giornali nazionali hanno apprezzato la sua prestazione. La media voto ricevuta è intorno al 7, altri quotidiani spagnoli si sono sbilanciati perfino con un 7,5. A Genova evidentemente, (da capire il motivo), il giocatore ha sempre tenuto una media sotto al 5. Si parlava di problemi di pubalgia, adesso se continuerà così sicuramente ci sarà il riscatto, sì che La Samp risparmierà soldi ma siamo sicuri che il giocatore ha avuto le necessarie cure, non solo fisiche, adeguate per giocare?

A prescindere da tutto non si vende un difensore quando si è in emergenza, senza avere il sostituto pronto. La Samp avrebbe potuto ritardare la sua partenza di qualche giorno e aspettare il sì definitivo di altri giocatori.

Ritardi per il rinnovo contrattuale di Linetty e Murru. Le parti non sono lontane

Linetty ha incontrato la società con il suo procuratore circa due settimane fa per definire il rinnovo del contratto, a distanza di due settimane manca ancora la firma.

il centrocampista polacco che andrà ad affrontare gli europei, è in questo momento il giocatore più importante per il centrocampo della Sampdoria. Sembra che si stia discutendo sui bonus, comunque dovrebbe arrivare entro fine Gennaio la firma, si spera.

Altro giocatore in attesa di rinnovo, è Murru, in questo caso c’è stato solo un incontro. Anche per il giovane difensore esterno, si sta trattando per alzare lo stipendio. Domanda e offerta da quanto sembra non sono lontani.

Addio a Mario Bergamaschi ex di Sampdoria e Milan.

Dopo la morte dell’ex Juventus, Pietro Anastasi, scomparso ieri a 71 anni, quest’oggi è deceduto Mario Bergamaschi.  Nato a Crema il 7 gennaio del 1929, aveva compiuto i 91 anni soltanto pochi giorni fa, per poi morire nelle scorse ore di vecchiaia. Giocava come difensore, ma anche centrocampista ed è’ considerato uno dei pilastri del Milan fra il 1953 e il 1958, squadra con cui vinse due scudetti, giocando anche la finalissima di Coppa Campioni del 1958, persa contro il Real Madrid per tre reti a due.

Si ricorda anche per la sua lunga permanenza fra le fila della Sampdoria.

A Genova, infatti, vi rimase per sei anni, dal 1958 al ’64, collezionando 166 incontri e segnando anche una rete. Raggiunse il quarto posto assoluto, il miglior risultato della compagine blucerchiata fino agli anni ottanta.

ilsussidiario.net

 

Emanuele Pesaresi: ” la Samp darà filo da torcere alla Lazio grazie a Ranieri. “

🎤 Emanuele Pesaresi a Radio Sportiva

: “La Lazio sta facendo un campionato straordinario con una rosa importante, ma la Samp con Ranieri ha trovato la quadra giusta e darà filo da torcere. Inzaghi è stato bravo a dare grande fiducia e collocazione giusta ai suoi”.

“Ranieri ha inciso soprattutto sulla serenità dell’ambiente. Anche i giocatori lo hanno seguito e sta lavorando sulla testa dei suoi ragazzi”.

Flachi: “ancora grazie ai tifosi per domenica, che emozione! La Samp non è da retrocessione. Oggi sarà dura”

15 anni dopo l’impresa blucerchiata contro la Lazio, con 1 rete di Flachi e Kutuzov, sentiamo le parole 360° di Francesco sulla partita e sui sentimenti, rilasciata al secolo XIX: è stata un’emozione grandissima e inaspettata rimettere piede a Marassi.i tifosi mi avevano chiesto di girare un video insieme a bazzani per ricordarvi quel famoso sempre Brescia 2003. Fabio non è potuto venire allo stadio perché è il vice di Cosmi a Perugia. Non so quante volte dovevo ringraziare i tifosi per l’accoglienza che mi hanno riservato. E ho da tanto tempo che non provavo un’emozione così.

Il pubblico Doriano non l’ha dimenticata… “lo so, ma ci terrei ringraziare anche la società che si è messa a disposizione per questo evento. Domenica mattina ho ricevuto un messaggio dal presidente Ferrero che mi ha fatto enormemente piacere”

Contro il Brescia ho visto una squadra in salute. Già con il Genoa si vedevano segni di risalita

L’ultima volta all’Olimpico: ricordo benissimo con la partita. andammo in vantaggio con kutuzov dopo pochi secondi, poi vado dal dischetto. La Lazio sbagliò un rigore. Quell’anno fuori casa vincemmo 6-7 partite.

I blucerchiati possono ripetere quella impresa? Sulla carta è difficile, però per la legge del calcio la Lazio non può vincerle tutte. Contro il Milan La Samp e mi ha fatto una grande impressione, per vincere all’Olimpico ci vorrà anche un po’ di fortuna. Dopo 10 vittorie la Lazio potrebbe essere un po’ rilassata. ma non sono queste le partite da vincere se ci vuole salvare..

Tra 2 anni finirà la sua squalifica. Dopo, cosa farà ? Per ora alleno i ragazzini del sigma calcio e mi diverto, mi piacerebbe farlo allenatore professionista.

La Samp si salverà? . Per me sì, Brescia, Spal e Lecce sono inferiori ai blucerchiati

Lazio – Samp: probabili formazioni. Ritorna Colley, centrocampo Jankto verso la conferma.

Squadra che si vince non si cambia, in questo caso Ranieri opterà però per il ritorno di Colley. A centrocampo, viste anche le parole dette in conferenza stampa, sì schiera un centrocampo a 4 , esterni Jankto e Linetty. In attacco sì va verso la conferma di Gabbiadini e Quagliarella. Fuori da quanto sembra Ekdal.

Probabile formazione:

Audero, Bereszynski, Colley, Chabot, Murru

Linetty, Vieira, Thorsbi, Jankto

Gabbiadini, Quagliarella

Lazio – Samp: domani in campo la piccola Gaia, perse la mamma nella tragedia di Rigopiano.

Domani – sabato 18 gennaio – Lazio e Sampdoria scenderanno in campo alle 15.00 allo Stadio Olimpico. Una partita che arriva nel terzo anniversario della strage di Rigopiano. In campo, assieme ai giocatori della sua squadra del cuore, ci sarà anche Gaia Matrone, la bambina di otto anni che ha perso sotto la frana che ha spazzato via l’hotel la mamma Valentina Cicioni, una delle 29 vittime. Ad accompagnarla anche il papà Giampaolo Matrone, tifosissimo della Lazio, che accompagnerà la sua bambina nel giorno più difficile per la loro famiglia. Prima del fischio di inizio la Curva Nord esporrà uno striscione in ricordo delle vittime di Rigopiano. Matrone, uno dei sopravvissuti che più in quesi anni si è battuto pubblicamente per avere giustizia per quanto accaduto, è abbonato e spesscontinuao va allo Stadio Olimpico con Gaia, che questa volta però avrà l’emozione di non vedere i suoi paladini dagli spalti, ma scenderà in campo al loro fianco.

Sabato io e Gaia trascorreremo una giornata diversa dalle altre volte, con il sorriso sulle labbra – spiega il pasticciere di Monterotondo, che ringrazia di cuore la “sua” SS Lazio per l’invito e tutti i tifosi – Non ci serve il 18 gennaio per avere giornate tristi, ne abbiamo già tante. Come il dolore, rimane anche l’amarezza per le risposte che non arrivano: noi familiari delle vittime continuiamo ad organizzare commemorazioni, ad avere momenti brutti, bui e difficili, ma all’orizzonte, dopo tre anni, non s’intravvede uno spiraglio di giustizia”.

Lo riporta fanpage

Rifinitura prima della partenza per Roma. 23 i convocati, Barreto bloccato per influenza.

Nella mattinata uggiosa di Bogliasco, Sampdoria al lavoro per la rifinitura pre-gara sul campo 2 del “Gloriano Mugnaini”. Questa la tabella odierna: riscaldamento, lavori atletici sulla rapidità, esercitazione tattica a tema, partita a campo ridotto e sviluppi della fase offensiva con conclusioni in porta.

Singoli. Edgar Barreto è rimasto a riposo, bloccato dall’influenza. Per Fabio Depaoli, Alex Ferrari e Gastón Ramírez programmi di recupero agonistico in base alle singole esigenze. Al termine della seduta, Claudio Ranieri ha diramato la lista dei 23 convocati per Lazio-Sampdoria, in programma domani, sabato, alle 15.00 allo stadio “Olimpico” di Roma. Ritornano a disposizione Andrea Bertolacci e Omar Colley, che ha scontato la propria squalifica.

Portieri: Audero, Falcone, Seculin.

Difensori: Augello, Bereszynski, Chabot, Colley, Murru, Regini, Rocha.

Centrocampisti: Bertolacci, Ekdal, Jankto, Léris, Linetty, Thorsby, Vieira.

Attaccanti: Bonazzoli, Caprari, Gabbiadini, Maroni, Quagliarella, Rigoni.

Report di Sampdoria.it

Inzaghi : “con la Samp sarà una gara molto difficile. Correa è da valutare”

Le parole di Inzaghi in conferenza stampa prima di Lazio Sampdoria”Onestamente abbiamo fatto un girone strepitoso, ma il nostro obiettivo è iniziare come abbiamo chiuso. Sappiamo di trovare avversari forti, che faranno di tutto per rendere il nostro cammino più difficile. Dobbiamo credere sempre di più in quello che stiamo proponendo, ragionando sempre da squadra. Se pensiamo da singolo, diventa tutto più difficile”.

Correa ha fatto allenamento lunedì perché è un ragazzo molto generoso, voleva già esserci col Napoli e poi martedì con la Cremonese. Ma aveva ancora fastidio e con lo staff medico lo abbiamo fermato per tre giorni, oggi cercheremo di prepararlo e vedremo come saranno le sue risposte. Abbiamo un ciclo di partite molto intense, vogliamo solo guardare alla prossima partita che è con la Sampdoria, una gara molto difficile.

Tonelli dovrebbe arrivare a titolo definitivo. Problemi per le tempistiche…

Tonelli dovrebbe arrivare a titolo definitivo dal Napoli, da fonti vicino alla società sono sicuri che il giocatore lascerà il Napoli. Il problema sono le tempistiche, proprio ora in conferenza stampa Gattuso ha detto di avere problemi in difesa. Se i giocatori partenopei recupereranno velocemente, il difensore per il 26 potrebbe essere a Genova. In caso contrario, a fine mese.