Ferrero: decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio rinviata a febbraio

GENOVA – Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Roma ha rinviato al 14 febbraio del 2020 per “ragioni processuali” la decisione sulla richiesta della Procura di rinvio a giudizio per Massimo Ferrero e altre quattro persone per presunta distrazione fondi dalla Sampdoria nella vicenda Obiang.

Ferrero questa mattina non si è presentato, ma la sua presenza in aula non era obbligatoria. Insieme a lui sono quattro gli altri indagati: il nipote Giorgio, la figlia Vanessa e i due manager Marco Valerio Guercini e Andrea Diamanti. Le accuse mosse sono quelle di aver procurato “alla società Vici srl un ingiusto profitto”, essendosi “appropriati indebitamente delle somme accreditate con bonifico estero”, con riferimento ai soldi provenienti dalla cessione di Pedro Obiang al West Ham avvenuta nel giugno del 2015. Le cifre incriminate ammontano a 1milione e 159mila euro.

Il Gup deciderà dunque il 20 febbraio prossimo, salvo ulteriori rinvii, se mandare a processo Ferrero o archiviare il procedimento a suo carico e a carico degli altri quattro indagati.

fonte Primocanale

Ferrero: non si presenterà alla prima udienza di rinvio a giudizio

Secondo quanto riportato dal Secolo XIX e altri, oggi Massimo Ferrero non si presenterà all’udienza preliminare.

Chiariamo subito che in un udienza preliminare può presentarsi l’avvocato dell’assistito. La cosa strana che si vocifera e lo si legge tranquillamente che “filtra, potrebbe trattarsi di un’ udienza interlocutoria , nelle quali verranno affrontate una serie di questioni tecniche con tutti gli avvocati e quindi slitterebbe di un mese”.

Oltre che fare uscire indiscrezioni prima ancora che avvenga, sembra un po’ strano, anche se fossero vere le voci riportate, il tutto si sposterebbe di un mese quindi. Noi non siamo esperti ma aspettiamo quello che succederà.

Federclubs: “Trasformiamo Marassi in una bolgia di tifo appassionata”

SAMPDORIANI,

il momento è quanto mai delicato ma è in circostanze come queste che la nostra tifoseria è in grado di fare la differenza. Pertanto trasformiamo Marassi in una bolgia di tifo appassionata per cercare di uscire dalle innegabili difficoltà che stiamo attraversando.

Nel frattempo però non possiamo dimenticarci di quello che è il principale artefice delle nostre disavventure sportive e societarie:

MASSIMO FERRERO

Invitiamo tutti i tifosi ad affluire allo stadio con largo anticipo in modo da dimostrargli, DURANTE IL PRE PARTITA, NELL’INTERVALLO E DOPO IL FISCHIO FINALE, tutto il nostro disprezzo, facendogli capire che contrariamente alle sue sciagurate recenti dichiarazioni, nessuno lo ama, anzi.

DURANTE IL RISCALDAMENTO E PER TUTTI I 90 MINUTI, indipendentemente dal risultato, nessun coro di disapprovazione dovrà partire da nessun settore dello stadio, ma solo totale sostegno ai nostri Colori, in modo da aiutare al massimo la squadra.

Forza Sampdoria!

I Gruppi della Sud
La Federclubs

Paolo Bardetta

Domani mattutino, seduta specifica per Maroni. Presente Ferrero

Come riporta il sito ufficiale u.c Sampdoria.it

Quarto allenamento settimanale per la Sampdoria che, sotto lo sguardo attento del presidente Massimo Ferrero, prosegue al “Mugnaini” di Bogliasco la fase di avvicinamento alla sfida interna con il Torino. Agli ordini di mister Di Francesco e del suo staff, la squadra ha svolto esercitazioni tecnico-tattiche, con sviluppi difensivi e offensivi in vista della gara in programma domenica pomeriggio al “Ferraris”. Seduta specifica tra campo e palestra per Gonzalo Maroni. Domani, venerdì, è in agenda una sessione mattutina.

Un Pallone d’oro anche per i portieri: nasce il Trofeo Yashin

Come riporta Mediaset premum: “Un Pallone d’oro anche per i portieri. France Football ha deciso infatti di assegnare il Trofeo Yashin al miglior estremo difensore della stagione. Sarà consegnato durante la serata del Pallone d’Oro del 2 dicembre. Il riconoscimento prende il nome dal leggendario portiere dell’Urss, Lev Yashin, l’unico ad aver vinto il Pallone d’Oro nel 1963. La cerimonia si svolgerà nel teatro parigino di Chatelet e l’ospite d’onore sarà Didier Drogba.


“Questo è tutt’altro che un premio di consolazione perché premierà il miglior portiere del mondo, eletto dalla stessa giuria di specialisti internazionali del Pallone d’Oro”, ha spiegato Pascal Ferrè, caporedattore della rivista francese. Oltre al Premio Yashin e al Pallone d’Oro, nell’occasione saranno assegnati il Trofeo Kopa al miglior calciatore Under 21 e il Pallone d’Oro femminile. La rosa dei candidati sarà resa nota il 21 ottobre.

D.Bonetti : “sulla cessione hanno messo giustamente dei paletti. Difra, assurdo metterlo in discussione”

Dario Bonetti ai microfoni di TMW radio:

Sul clima teso:

” Quanto si ripercuote sulla squadra? Difficile dirlo. C’è stato rinnovamento tecnico, ma credo che possa influire poco. Quando si parla di trattative per un cambio di proprietà, i giocatori sono coinvolti relativamente. Pensa influisca molto il fatto che la Samp non abbia avuto risultati positivi e non esprima le sue qualità. Questo è preoccupante”.

Sulla contestazione: “Ci può stare, ma non a questi livelli. Noi giocatori siamo dei privilegiati. Essere sotto pressione è normale. Se non la reggi, non fai questo mestiere”.

Sulla trattativa per la cessione: “Va avanti da tempo, hanno messo giustamente dei paletti”.

Su Ferrero: “Ha fatto un buon lavoro, ha creato un buono staff di lavoro. Non vedo il motivo per mettere tutte queste pressioni. Se la piazza lascerà tranquillo il nuovo gruppo, arriverà in fondo”.

Su Di Francesco: “Assurdo metterlo in discussione dopo tre giornate. Ha fatto bene a Roma, bisogna dargli tempo per lavorare. Se è stato preso è perchè ci credono”.

Eder sul futuro: “In A ci sono stato 14 anni…credo ci sarà la possibilità di tornare”

Eder ai microfoni di Sky, ha commentato e analizzato il suo futuro, accostato molte volte anche alla Sampdoria e un possibile ritorno:

In A ci sono stato 14 anni, mi trovo bene e la famiglia si sente italiana: credo ci sarà la possibilità di tornare. In estate diverse squadre mi hanno cercato ma alla fine non è accaduto nulla perché in Cina sto bene. Vedremo in futuro”.

Paolo Bardetta

Ferrero: domani l’udienza preliminare, ecco le accuse formulate dai PM

L’accusa: “Il pm Maria Sabina Calabretta e il procuratore aggiunto Rodolfo Sabelli accusano Ferrero e la figlia di essersi appropriati “indebitamente delle somme accreditate con bonifico estero” per la vendita il 17 giugno 2015 del calciatore Pedro Obiang, per un totale di 1.159.000 euro, “con le aggravanti – scrivono gli inquirenti – di aver cagionato alla Uc Sampdoria spa un danno patrimoniale di rilevante entità e di aver commesso il fatto abusando di relazioni d’ufficio”.

Quindi, come riportato dall’Ansa nel giugno di quest’anno, Massimo Ferrero domani dovrà affrontare la seguente situazione:

(ANSA) – ROMA, 19 GIU – La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, accusato, assieme ad altri, di appropriazione indebita, autoriciclaggio e utilizzo di fatture false. A rischiare il processo anche la figlia dell’imprenditore, Vanessa e il nipote Giorgio e due manager Marco Valerio Guercini e Andrea Diamanti.
L’udienza davanti al gup è fissata per il 20 settembre prossimo.
L’indagine svolta dalla Gdf, coordinata dal procuratore aggiunto Rodolfo Sabelli e dal sostituto Maria Sabina Calabretta, il 28 novembre portò al sequestro di beni per circa 2,6 milioni. Il tribunale del Riesame, circa un mese dopo, ha parzialmente annullato quel decreto disponendo la restituzione dei beni agli indagati. Nella richiesta di rinvio a giudizio è scritto che Ferrero e la figlia “per procurare alla società Vici srl un ingiusto profitto, si appropriavano indebitamente di parte delle somme accreditate con bonifico estero” per la vendita (17/6 2015) del calciatore Obiang, per oltre un milione.

Samp vs Torino: arbitrerà Giacomelli di Trieste

Come riporta il sito sampdoria.it

“La designazione arbitrale per Sampdoria-Torino, gara in programma domenica 22 settembre 2019 (ore 15.00) al “Ferraris” di Genova e valida quale 4.a giornata della Serie A TIM 2019/20.
Arbitro: Giacomelli di Trieste.
Assistenti: Del Giovane di Albano Laziale e Alessio Tolfo di Pordenone.
Quarto ufficiale: Alessandro Prontera di Bologna.
VAR: Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo.
AVAR: Giacomo Paganessi di Bergamo.”