Chievo – Sampdoria affidata all’arbitro Aureliano di Bologna

L’AIA ha reso noti i nominativi degli Arbitri, degli Assistenti, dei IV Ufficiali, dei V.A.R. e degli A.V.A.R. che dirigeranno Chievo-Sampdoria gara valida per la diciottesima giornata di ritorno del Campionato di Serie A 2018/19

Chievo – Sampdoria che si giocherà domenica alle ore 12.30  allo stadio “Marcantonio Bentegodi” di Verona è stata affidata all’arbitro Gianluca Aureliano di Bologna.

Assistenti Daniele Marchi di Bologna e Marcello Rossi di Novara; quarto ufficiale sarà Lorenzo Maggioni di Lecco; l’arbitro deputato al VAR sarà Antonio Giua di Olbia, l’assistente sarà Alberto Tegoni di Milano.

 

UFFICIALE | Manchester City deferito dall’Uefa per violazioni Fair Play Finanziario: coppe a rischio

’L’nvestigatore capo della Camera di Investigazione dell’Organo UEFA di Controllo Finanziario dei Club (CFCB), dopo aver consultato gli altri membri della Camera di Investigazione CFCB, ha comunicato la decisione di deferire il caso Manchester City alla Camera Arbitrale CFCB in seguito alla conclusione delle sue indagini” si legge nel comunicato Uefa. La Camera di Investigazione del CFCB ha aperto un’indagine sul Manchester City il 7 marzo 2019 per potenziali violazioni delle regolamentazioni sul Financial Fair Play che sono state rese pubbliche in vari media”,prosegue la nota. La UEFA non rilascerà altri commenti al riguardo fino a una decisione da parte della Camera Arbitrale CFCB”.

Mihajlovic e la lite a Roma, ecco li video

Ieri sera diversi organi di informazione, compreso noi, hanno riportato del litigio che ha avuto l’allenatore rossoblù poco prima della finale di Coppa Italia tra la Lazio e l’Atalanta – con tanto di immagini video – e in un primo momento si è parlato di uno scontro verbale con un supporters biancoceleste che avrebbe detto ‘zingaro’ al tecnico serbo. In realtà, fa sapere l’ufficio stampa del Bologna, l’alterco non sarebbe nato con un tifoso laziale ma con un addetto alla sicurezza – comunque un uomo in divisa – dello stadio Olimpico. La frase in questione ha portato alla reazione di Mihajlovic come poi si è evinto dal video che da ieri sera circola in rete.

Gino Paoli: “Samp e Genoa si dovrebbero unire, così è una sagra paesana”

Io ho sempre sostenuto un paradosso – ha detto l’artista a Primocanale –

quello che a Genova ci vorrebbe una squadra sola perché così tutti i genovesi andrebbero d’accordo. Invece quella tra Genoa e Sampdoria è una storia che andrà avanti così per sempre, è una saga paesana. Personalmente io sono contento quando la Samp vince perché è una squadra di Genova, ma lo sono ancora di più quando vince il Genoa perché io sono genoano. La cosa più importante è essere contenti per quello che fa Genova”

Valerio Verre inserito nella top 11 di B

Valerio Verre,  giocatore della Sampdoria in prestito al Perugia in serie B, ha disputato un’ottima stagione, rendendosi protagonista con 35 presenze,  12 reti e 6 assist.

Il Perugia, a seguito della sentenza di retrocessione del Palermo, venerdì sera disputerà il turno preliminare dei play off incontrando l’Hellas Verona.

IL campionato di Verre non è sfuggito agli osservatori e, come riporta Sportitalia.com, gli è stato riconosciuto l’ottimo lavoro con l’inserimento nella Top 11 di Serie B.

La premiazione si è tenuta lunedì sera al Gran Galà di Serie B svoltosi a Rimini.

Tanti auguri zio Vuja!

Vujadin Boškov nasce Il 16 maggio 1931 a Begec, in Vojvodina, provincia autonoma della Repubblica di Serbia.

La sua carriera da calciatore, con il ruolo di centrocampista, mezzala o mediano, parte nel 1946 nella squadra Vojvodina di Novi Sad, dove resterà fino al 1960.

Durante questo periodo non raccolse vittorie poiché i tornei jugoslavi erano a esclusivo appannaggio di Stella Rossa, Partizan, Hajduk e Dinamo, i cosiddetti “grandi quattro”.

Dal 1951 al 1958 collezionò 57 presenze nella Nazionale Jugoslava, disputando un’Olimpiade e due Mondiali.

Nel 1961, all’età di 30 anni si trasferì in Italia, alla Sampdoria dove, con la maglia numero 7 rimase per una sola stagione (1961-1962) collezionando 13 presenze e un goal.

Dal 1962 al 1964 giocò in Svizzera negli Young Boys. A Berna, dove ricoprì l’innovativo ruolo di giocatore-allenatore.

La sua prima squadra da allenatore è quella degli stessi svizzeri degli “Young Boys”.

Leggi tutto “Tanti auguri zio Vuja!”

Rebus cessione : I legali di Vialli incontrano Ferrero. Aquilor perde un investitore e cerca una opzione comune.

Questa volta è Ferrero ad avere fretta per via di una disorganizzazione interna sempre più allarmante.

Infatti a Giugno ci sono pagamenti di rate e mutui che si aggirano intorno ai 40 milioni di euro, parleremo della situazione debitoria nei prossimi giorni.

Questa situazione ha portato il numero 1 della Samp a chiedere un incontro con Vialli e i suoi investitori.

Nello stesso tempo Aquilor ha richiesto a Vialli di incontrarlo e proporgli un ruolo nel caso Ferrero decidesse il gruppo inglese come suo sostituto nel pacchetto azionario. Come già detto Aquilor è solo un tramite per investitori e in questa fase della trattativa agisce come scatola per inglobare le offerte.

L’idea non convince del tutto Vialli sempre se non venga fatto entrare nella coordata uno tra knaster e Dinan.

La richiesta di Aquilor è dovuta perché uno dei principali investitori si sarebbe ritirato e non garantirebbero i soldi promessi a Ferrero.

Insomma una situazione delicata e scelte che devono essere fatte con moderazione.

Se Ferrero rimanesse a capo della società blucerchiata avrà conti salati da pagare la prossima stagione e ci sono soprattutto anche alcune rate non estinte verso Edoardo Garrone quando cedette la Società a titolo gratuito e con garanzie bancarie per i primi tre anni delle quali non sono state saltate o rimandate

Da parte degli acquirenti c’è volontà di chiudere prima di Samp VS Juve da entrambe le parti, nel caso i tempi si allungassero si “userà” l’attuale società come tramite per le prime mosse di mercato.

Ferrero deve decidere a giorni perché le offerte sono sulla scrivania non da poco, Vialli ha messo ancora una volta l’acceleratore a quanto sembra e Aquilor è tentato di inglobare la situazione e mettere la parola fine alla vicenda.

Aspettiamo fiduciosi comunicati che possono venire solo dalla UC Sampdoria e nel caso di ritiro di scena dallo stesso Vialli ed Aquilor che al momento noi giornalisti, nonostante le richieste di un’ammissione della trattativa si sono trincerati.

Non vogliamo entrare in merito alle notizie riportate dai quotidiani genovesi.

Produzione riservata di sampgazzetta.it.

L’articolo può subire variabili e in continuo aggiornamento.

15 Maggio

13:54

15 maggio 2011: dalle stelle alle stalle

 

Il 15 maggio 2011, allo stadio Luigi Ferraris si consuma una tragedia per la Sampdoria reduce da un’annata precedente culminata con l’ingresso ai preliminari di Champions league.

All’inizio del campionato nessuno avrebbe scommesso su una debacle totale della squadra blucerchiata, ma i segnali, leggendo bene la situazione erano arrivati già con l’addio contemporaneo di Beppe Marotta, Fabio Paratici,  e dell’allenatore Del Neri approdati alla Juventus.

La campagna acquisti, seguita da Gasparin  in vista dei preliminari fu totalmente sbagliata, per affrontare due competizioni di alto livello come il Campionato di serie A e la Champions…si riuscì a mantenere la rosa quasi inalterata, con la sola eccezione  di Marco Storari ceduto alla Juventus, e sostituito da Gianluca Curci, ma non si rinforzò la squadra con giocatori all’altezza della situazione.

Ai vari riscatti , vanno ad aggiungersi  i reintegri di giovani di belle speranze come Guido Marilungo, Massimo Volta e Vladmir Koman

L’avventura europea inizia il 18 agosto 2010 con il nuovo allenatore Di Carlo, gara di andata contro il Werder Brema al Weserstadion persa 3 -1, speranze attaccate ad un filo grazie al goal di Pazzini. Il ritorno che si gioca al Ferraris una settimana dopo illude con un parziale 3 a 0 e poi la doccia fredda, 3 a 1 nei tempi regolamentari e 3 a 2 ai supplementari: Sampdoria eliminata.

Ad ottobre 2010 scoppia il caso Cassano, che per una lite con il presidente Garrone, viene praticamente messo fuori rosa e tra tentativi di riconciliazione e ricorsi, a gennaio viene ceduto al Milan, insieme a Pazzini, che invece approda all’Inter.

Il patatrack è servito!

Abbandoneranno anche Di Carlo (per esonero), sostituito da Cavasin, e Gasparin.

Il drammatico epilogo di una stagione fallimentare arriva proprio il 15 maggio del 2011 al Ferraris, dove la Sampdoria perde la partita contro il Palermo 2 a 1 e tra le lacrime, prime fra tutte quelle del capitano Angelo Palombo arriva la sentenza definitiva: il campionato 2011/2012 sarà disputato in serie B.

 

Audero: “Quel giorno Buffon mi diede la carica, alla Samp il grande salto”

Ho iniziato a fare il portiere già all’età di cinque anni, poi a dieci sono approdato nelle giovanili dei bianconeri: è stata un’esperienza fantastica. Ho infatti avuto l’opportunità di stringere amicizia con il più forte al mondo, Gianluigi Buffon. Ricordo che il giorno del mio esordio mi augurò l’in bocca al lupo: avrei giocato io al suo posto prima della finale di Champions League. Mi ha detto: ‘Vai Emil, oggi tocca a te, goditela. Che sia la prima di tante, poi alla Samp il grande salto, spero di fare cose eccezionali in futuro”

 

15 Maggio 2019

10 : 00

Accadde oggi: la sfida per la Champions Udinese – Sampdoria termina 1-1

 

UDINE, 15 maggio 2005 – Va in scena una sfida diretta per la qualificazione in Champions league Tra l’Udinese  di Spalletti e la Sampdoria di Novellino.

A due giornate dalla fine ed entrambe a quota 60, Udinese e Samp hanno dato vita a una partita bella e avvincente per 70 minuti, calata solo un po’ negli ultimi 20′, quando è la paura di perdere a prendere il sopravvento.

In campo c’è molto equilibrio, e chi si aspettava una Sampdoria attendista, vedrà invece una squadra propositiva con Volpi in regia, Flachi libero di inventare, Kutuzov, Diana e Tonetto con il compito di allargare il gioco sulle fasce.

Leggi tutto “Accadde oggi: la sfida per la Champions Udinese – Sampdoria termina 1-1”