Murillo alla prima partita ha ottenuto apprezzamenti da tutti. Media voto 7. La Samp poteva aspettare prima di prestarlo.

Murillo alla sua alla prima apparizione in Spagna, con il celta Vigo è stato uno dei migliori in campo, quasi tutti i giornali nazionali hanno apprezzato la sua prestazione. La media voto ricevuta è intorno al 7, altri quotidiani spagnoli si sono sbilanciati perfino con un 7,5. A Genova evidentemente, (da capire il motivo), il giocatore ha sempre tenuto una media sotto al 5. Si parlava di problemi di pubalgia, adesso se continuerà così sicuramente ci sarà il riscatto, sì che La Samp risparmierà soldi ma siamo sicuri che il giocatore ha avuto le necessarie cure, non solo fisiche, adeguate per giocare?

A prescindere da tutto non si vende un difensore quando si è in emergenza, senza avere il sostituto pronto. La Samp avrebbe potuto ritardare la sua partenza di qualche giorno e aspettare il sì definitivo di altri giocatori.

Ranieri chiede due difensori centrali d’esperienza, ma c’è solo Tonelli.

Quella frase di Claudio Ranieri, nel post Lazio-Sampdoria, non è passata inosservata… «Se dovesse andar via un attaccante deve arrivarne uno più forte. Poi mi servono due difensori centrali destri. La società lo sa».

Non una polemica, ma piuttosto la sottolineatura di un promemoria. Comunque una frase forte. Una presa di coscienza della situazione che l’allenatore vuole pubblicamente condividere con proprietà e area tecnica. I risultati di ieri sono stati favorevoli, Brescia e Lecce hanno recuperato un solo punto, il Genoa ha perso. Ma basta poco per ritrovarsi nuovamente ad annaspare. La sconfitta con la Lazio ha confermato quanto già si sapeva, i problemi più grandi in questo momento riguardano il reparto dei difensori centrali. Ferrari si è infortunato il 27 dicembre e non è stato sostituito, Murillo  non c’è più e non è stato sostituito.

La Sampdoria, come fa notare questa mattina il Secolo XIX, è sicuramente l’unica squadra della Serie A e forse anche dei cinque maggiori campionati europei a utilizzare come titolari due centrali mancini. Con sinceri ringraziamenti a Regini, sulla lista dei cedibili e che con il Brescia ha sopperito all’emergenza (e offrendo una prestazione all’altezza) con spirito di disponibilità e sacrificio. Ranieri ha chiesto già da giorni due difensori centrali destri. Forse entrambi pronti. La società però, se non cambieranno gli scenari del budget, gliene può portare solo uno d’esperienza, Lorenzo Tonelli. Il secondo sarà un giovane di prospettiva.

Toccherà a Ranieri, a questo punto, dire chiaramente se Tonelli più un giovane di prospettiva è quanto basta alla Sampdoria.

Bogliasco: dopo sei mesi di stop ripartono i lavori, consegna non prima di fine estate.

Dopo quasi sei mesi di stop ripartono in settimana i lavori al Mugnaini. Stop che la Sampdoria è stata costretta a subire, dovuto alla richiesta di concordato fallimentare presentata dalla Pessina Costruzioni, l’azienda che Ferrero aveva scelto per portare avanti i lavori. Risolto il contratto con la Pessina, la Sampdoria ha adesso affidato alla romana Gintech il compito di riaprire il cantiere.

La Gintech adesso avrà due mesi di tempo per il ripristino della messa in sicurezza del cantiere, il conteggio dei danni che si sono verificati nel corso di questi lunghi e imprevisti mesi di stop e anche per arrivare all’identificazione delle lavorazioni che ancora mancano per completare il restyling del centro sportivo. Dopodiché si procederà con l’assegnazione di tutti i subappalti, con un occhio di riguardo per le aziende già contrattualizzate dai Pessina. La situazione più complessa è certamente quella che coinvolge lo spogliatoio della prima squadra, ancora indietro.

Non si può ipotizzare allo stato attuale una data di conclusione dei lavori, anche se l’obiettivo di massima, secondo quanto riporta il Secolo XIX, è fine estate 2020, all’inizio cioè della prossima stagione calcistica. Contestualmente stanno procedendo anche i lavori di rifacimento del “3 Campanili”, un po’ di ritardo c’è stato anche qui. L’obiettivo dichiarato infatti era quello di farlo diventare il campo di casa della Primavera in questa stagione. Lo diventerà invece a partire dalla prossima.

Ritardi per il rinnovo contrattuale di Linetty e Murru. Le parti non sono lontane

Linetty ha incontrato la società con il suo procuratore circa due settimane fa per definire il rinnovo del contratto, a distanza di due settimane manca ancora la firma.

il centrocampista polacco che andrà ad affrontare gli europei, è in questo momento il giocatore più importante per il centrocampo della Sampdoria. Sembra che si stia discutendo sui bonus, comunque dovrebbe arrivare entro fine Gennaio la firma, si spera.

Altro giocatore in attesa di rinnovo, è Murru, in questo caso c’è stato solo un incontro. Anche per il giovane difensore esterno, si sta trattando per alzare lo stipendio. Domanda e offerta da quanto sembra non sono lontani.

Società: in settimana calendarizzato nuovo incontro tra Ferrero e Garrone.

Dopo l’incontro avvenuto il 20 dicembre a Milano, riportato anche dal Secolo XIX, in cui oltre Massimo Ferrero e Garrone, erano presenti anche gli avvocati Tognozzi e de Martino ed in videoconferenza il commercialista Vidal, la novità è quella che è stato calendarizzato un nuovo incontro tra le parti questa settimana. L’oggetto dell’incontro deriva dalla preoccupazione di Edoardo Garrone per l’evolversi della situazione finanziaria delle imprese di famiglia di Ferrero

Tra tutte le società, quella di cui si andrà a parlare, sarà quella della Eleven Finance, l’azienda che ha fatto richiesta di concordato preventivo con una perdita di esercizio di circa 55 milioni.

Sicuramente si parlerà anche di quella famosa fideiussione di 25 mil da depositare a febbraio, milioni che non si sa se siano stati ancora trovati.

La domanda che tutti noi ci facciamo è solo una: Garrone manterrà quindi la promessa fatta di salvare la Sampdoria, visto il momento difficile che sta affrontando sia la Societa’ che la famiglia Ferrero? Ricordiamo anche gli immobili messi all’asta solo un mese addietro.

Da quanto si può intuire e trapela, a febbraio, mese in cui Massimo Ferrero deve risolvere sia problemi legati alle aziende di famiglia che altri di natura processuale, potrebbero arrivare novità importanti . In caso di estrema difficoltà, lo stesso Garrone potrebbe intervenire, probabilmente solo per traghettare la società verso possibili nuovi acquirenti che non tratterebbero direttamente con Ferrero.

Il mese di Febbraio è alle porte e sarà molto importante anche per la nostra Samp sotto il punto di vista societario oltre a quello del campo.

 

Ansa, Samp: entro martedì dovrebbe arrivare a Genova Tonelli

ANSA) – GENOVA, 19 GEN – Si potrebbe sbloccare tra domani e martedì la trattativa per portare il difensore Lorenzo Tonelli alla Sampdoria: l’accordo col Napoli sarebbe stato trovato sulla base di un prestito con obbligo di riscatto a fine stagione intorno ai 2,5 milioni di euro. L’obiettivo è quello di averlo a disposizione domenica prossima per il match casalingo con il Sassuolo dove la Sampdoria sarà in emergenza per il reparto difensivo con la squalifica di Chabot e l’assenza del lungodegente Ferrari. (ANSA).

Calciomercato: accordo trovato per Tonelli. Il Napoli ora ha bisogno di cedere.

“Intanto sull’asse Napoli-Sampdoria per il ritorno in blucerchiato di Lorenzo Tonelli, pare che le società si siano accordate. Così il centrale tornerà in prestito con obbligo di riscatto fissato tra i 2 e i 2.5 milioni di euro”.

Sonia Sodano, giornalista e conduttrice sia televisiva che radiofonica, ha poi aggiunto attraverso i suoi profili ufficiali social: “Tonelli era già stato in blucerchiato la scorsa stagione, ma a un certo punto del campionato non era più stato utilizzato, per non fare scattare l’obbligo di riscatto a otto milioni condizionato al raggiungimento di un dato numero di presenze. In questo momento al Napoli serve cedere qualcuno per fare altri acquisti”.

Invece fonti genovesi danno il riscatto a 2,5 mil. fissi. Domani si saprà meglio il tutto

Lazio-Sampdoria: top e flop

Debacle senza mezzi termini quella dell’Olimpico di Roma, dove i blucerchiati si vedono restituire il 5 a 1 inferto domenica scorsa al Brescia senza mai realmente entrare in partita.

Sampdoria:
Flop: Colley: sicuramente la peggior prestazione da quando veste blucerchiato.
Disattento su Caicedo nell’occasione del primo gol, è spesso protagonista di svarioni ai limiti del comico culminati con il rigore causato per la parata su Luis Alberto. Maldestro

Chabot: enorme passo indietro rispetto alle ultime prestazioni. Tempo 6 minuti ed Immobile gli fa fare una brutta figura bruciandolo in velocità per il vantaggio biancoceleste. Non riesce ad imporre la sua solita fisicità ed è irruento su Adekanye quando lo stende in area rimediando rigore ed espulsione.

Murru: perde nettamente il duello con Lazzari che gli fa venire gli incubi per tutti i 65′ nei quali è in campo. Ingenuo sul cross dello stesso laterale ex Spal quando allarga il braccio propiziando il rigore del 2 a 0 e indirizzando definitivamente la partita.

Lazio:
Top: Immobile: difficile trovar aggettivi per la stagione che sta facendo. 23 gol stagionali in 19 partite, una macchina da reti che non ha alcuna intenzione di fermarsi nella rincorsa al record stagionale di reti in serie A di Higuain tanto da far sembrare quasi normale una tripletta realizzata. Irreale.

Caicedo: pronti via e sblocca il match con la zampata del vantaggio su dormita della difesa blucerchiata. In questo momento è il perfetto partner di Immobile e mostra anche oggi di essere in gran forma. Revitalizzato

Luis Alberto: se gira lui la Lazio è un’altra squadra. Propizia tutte le azioni offensive dei suoi illuminando il gioco con tocchi mai banali. Si vede negare la gioia personale da Colley che lo stoppa di mano causando il secondo rigore di giornata. Delizioso

Domani probabile riunione tra Osti, Ferrero e Romei per cercare una soluzione . Il tecnico studia già il Sassuolo.

La settimana che arriverà, sarà molto intensa . Intanto contro il Sassuolo troveremo una squadra che ieri ha vinto. Per prima cosa Ranieri preparerà i ragazzi psicologicamente e fisicamente per affrontare una gara che, sarà l’ennesima finale per la Sampdoria. Questa sarà la settimana decisiva per gli arrivi in difesa, il tecnico è stato chiaro ha bisogno di due difensori. Già da domani si saprà di più sull’ arrivo di Tonelli e come si muoverà la Società per accontentare il Mister che è in emergenza.

Speriamo vivamente che qualcosa possa uscire, nonostante una situazione societaria in sbando totale. Domani sembra che ci sia una riunione per il dopo Lazio tra Ferrero, Osti e Romei.

Linetty: “Sapevamo che sarebbe stata difficile. Preferivo non segnare e magari vincere o pareggiare”.

Una sconfitta difficile da digerire e da commentare. Non trova le parole Karol Linetty, autore dell’unico punto doriano nella debacle dell’”Olimpico”. «È stata una lezione per noi – dichiara a fine partita il centrocampista polacco -. Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile ma abbiamo fatto errori che non dovevamo commettere. Dovevamo essere più concentrati e questo ci deve insegnare a non sbagliare le prossime partite. Preferivo non segnare e magari vincere o pareggiare».

Errori. «Il mister ha ragione – conclude Linetty -. Perdevamo 3-0 dopo soli venti minuti ed era difficile reagire. Dobbiamo registrare cosa abbiamo sbagliato e non ripetere questi errori nelle prossime partite, a cominciare da quella in casa con il Sassuolo. Loro giocano con il 4-3-3 ma abbiamo tutta la settimana per preparare al meglio la prossima sfida perché dobbiamo assolutamente conquistare tre punti in casa».

Le parole di Linetty a U.C. Sampdoria

Ranieri chiude praticamente le porte a Defrel: “non credo che torni”

Defrel? Era qui l’anno scorso, non credo che ritorni. Abbiamo bisogno di qualcosa in difesa, la società si sta muovendo in tal senso. Lazio da scudetto? Bisogna vederla un po’ più avanti, in questo momento riesce tutto, vediamo a fine marzo quello che succede. Se continua così, nulla è precluso

”.

Ranieri: “non daro’ benestare per la partenza di nessuno. Mi servono due difensori, la società lo sa “

Ranieri a Sky :”Se dovesse andar via un attaccante deve arrivare uno più forte, non do nessun benestare la partenza di nessuno se non arriva uno più forte. Defrel stava qui l’anno scorso non credo che torni. Mi servono due difensori centrali destri e la società lo sa.”

Ranieri:”questa sera metto un po’ di condimento e me li mangio vivi. Bisogna riprendersi”

“Lo avevo detto, non dovevamo andare in campo così: stasera metterò un po’ di olio sale pepe e me li mangio vivi. La Lazio ha vinto ed è stata troppo brava per noi. Peggior partita da quando ci sono io, la Lazio sa quello che vuole e come ottenerlo, Simone Inzaghi sta facendo cose straordinarie. Noi abbiamo corso tanto, ma male. La nostra situazione di classifica non deve essere una scusante, do i meriti alla Lazio. Tutti saranno dispiaciuti della prestazione, almeno me lo auguro, che avranno voglia di riscatto. Siamo nelle sabbie mobili, dobbiamo stare sempre col coltello tra i denti. Mercato? Se dovesse andar via un attaccante, verrà uno più forte di quello che va via. Sono contento dei miei attaccanti, leggo anche io, ma non do nessun benestare all’addio di nessuno. Defrel? Era qui l’anno scorso, non credo che ritorni. Abbiamo bisogno di qualcosa in difesa, la società si sta muovendo in tal senso. Lazio da scudetto? Bisogna vederla un po’ più avanti, in questo momento riesce tutto, vediamo a fine marzo quello che succede. Se continua così, nulla è precluso”. Sky sport