Osti, oggi all’inaugurazione del campo ha parlato anche di Vialli

“È un grande personaggio, lo era da calciatore e gli davo tanti calci per fermarlo, era più veloce di me. Ha fatto una grande carriera nel post calcio, avrebbe lo spessore per fare il dirigente ad altissimo livello. Ma sono cose che volano sopra la mia testa”.

Osti: “Giampaolo ha un contratto e i bilanci si fanno a fine campionato”

All’inaugurazione del campo per il piccolo Samuele Robbiano, Osti ha dichiarato:
«Il nostro è un piccolo contributo, abbiamo permesso che i ragazzi, amici di Samuele, possano giocare in un campo polivalente. Loro devono sapere che Samuele c’è ancora e vive nella memoria. Bilancio? Lo faremo alla fine, abbiamo ancora tre partite

d’importanza notevole. Queste ci permetteranno di fare valutazioni sui giocatori che abbiamo visto meno. Tutte le partite sono importanti e vanno onorate fino alla fine del campionato. Giampaolo? Tutte le valutazioni le abbiamo fatte con lui. È in scadenza nel 2020, ma per noi il nostro allenatore è lui. Abbiamo detto che ci saremo visti dopo la partita contro il Chievo e quella sarà l’occasione di parlare dei nostri programmi e capire se possiamo continuare insieme questo percorso».

Pippo Inzaghi, ecco perché era a Genova oggi

Oggi molte persone e non solo, si sono scatenati per l’avvistamento di Pippo Inzaghi.

Il motivo della sua vista era già programmata infatti in mattinata era a pegli con i suoi più stretti collaboratori, Maurizio D’Angelo che ha fatto parte dello staff del Genoa qualche stagione fa. Finito l’allenamento è rimasto a parlare con Prandelli per un aggiornamento professionale che è programmato in tutta Italia e poi nel pomeriggio un salto a Bogliasco per vedere il nuovo campo e assistere all’allenamento sempre per questioni di aggiornamento tecnico, ha visitato l’impianto e si è diretto verso la sua prossima tappa.

9 Maggio 2019

19 05

Vialli : Voglio fare il dirigente, oggi alla convention di Mediolanumbanca

Presente come ospite a Mediolanumbanca ha dichiarato quanto segue

«Vorrei chiudere la mia carriera da dirigente, dopo aver fatto calciatore, allenatore e commentatore. Il successo è una definizione personale, per ottenerlo aiuta avere le idee chiare su cosa si vuole fare nella vita. Il talento è importante ma sacrificio, etica e impegno sonopiù importanti in questa ottica. Il talento è qualcosa che è alla fine di un processo di apprendimento. Ogni viaggio, anche il più lungo e complesso, inizia con un singolo passo. Il pensiero positivo aiuta tantissimo.

Non si può essere un gran leader senza essere stati un gran follower. La leadership è la trasmissione del proprio carattere. Tra un giocatore bravo ma non motivato e uno meno bravo ma più motivato scelgo sicuramente il secondo. I fallimenti non sono altro che passi fisiologici verso il successo, non bisogna farne una tragedia. Dobbiamo essere migliori di noi stessi, non degli altri»

9 Maggio 2019

Genova

Cessione : Richiesta di preliminari e garanzie

Il silenzio di questi giorni di Ferrero è dato da un un intenso colloquio con l’avvocato Romei sul da farsi della società.

Il mercato è alle porte, l’allenatore da quanto pare sia stato contattato di aspettare una settimana per vedere se le offerte fino ad adesso arrivate si concretizzino.

Il gruppo Aquilor si sarebbe esposto maggiormente ma il preliminare e la fase burocratica porterebbe il closing a Giugno, nel frattempo il gruppo Vialli nel quale si è inserita a quanto pare una terza persona ha aspettato che Ferrero desse il via libera anche a loro.

La differenza sostanziale è che il gruppo Aquilor intermediario offrirebbe più soldi ma il gruppo Vialli sarebbe immediatamente pronto con l’ultima cifra pattuita con Ferrero sui 120 milioni , Aquilor 130.( Le cifre ci atteniamo a quanto saputo fino ad oggi)

Queste sono le cifre che circolano ma a suo favore il gruppo Vialli avrebbe già la strategia di mercato e soprattutto in prima battuta anticiperebbe le richieste di Ferrero sulla questione debitoria dove Aquilor temporeggia ancora ad analizzare.

Resta il tempo a questo punto chi prima dei due si muove e convince l’attuale dirigenza e i soci.

Non vogliamo essere di parte, c’è anche l’eventualità che nel caso Ferrero insieme a chi lo appoggia non veda raccolto l’ultimatum proseguirebbe anche se questa pista è data in ribasso.

Si possono aspettare novità a breve massimo dieci giorni da quanto emerge.

In questa complicata situazione tutto può accadere e stravolgere le cose poiché la società attuale si è chiusa a riccio e valuta il tutto

Ora la palla è al centro, chi gioca meglio vince, le notizie da noi fornite a differenza di altre testate sono ufficiose poiché l’attuale presidente è ancora Massimo Ferrero, a questo punto buona partita e che vinca il migliore per il bene della Sampdoria.

Vialli: Confermata la sua presenza Lunedì al salone del libro

Gianluca Vialli sarà al salone del libro di Torino Lunedì 13 maggio ore 13 sala rossa con la partecipazione di Domenico Baccalario.
Parteciperà per parlare del suo libro Goal, visto le insistenti voci che lo accostano alla Sampdoria si prevedono tanti giornalisti per sapere dal diretto interessato se risponderà anche alla domanda che tutti noi ci facciamo, per il momento la sua presenza è confermata, seguiremo anche noi all’evento

Il libro edito Mondadori nella sua intervista ha raccontato il significato del libro, oltre della sua vita calcistica anche di altro, riportiamo le sue parole al corriere della sera

“Ho iniziato a scrivere il libro per aiutare le personea trovare la strada giusta – ha spiegato Vialli – Così ho raccolto alcune frasi motivazionali, alcuni mantra, intervallandoli con storie di grandi sportivi, che aiutano a capire. Perché le citazioni non funzionano, se non sei tu che funzioni”. L’ex centravanti azzurro torna sulla propria esperienza: “Sapevo che era duro e difficile doverlo dire agli altri, alla mia famiglia. Non vorresti mai far soffrire le persone che ti vogliono bene: i miei genitori, i miei fratelli e mia sorella, mia moglie Cathryn, le nostre bambine Olivia e Sofia. E ti prende come un senso di vergogna, come se quel che ti è successo fosse colpa tua. Giravo con un maglione sotto la camicia, perché gli altri non si accorgessero di nulla, per essere ancora il Vialli che conoscevano. Poi ho deciso di raccontare la mia storia e metterla nel libro”.

È la prima volta dopo tanti mesi che farà un uscita pubblica.

Tavarez verso l’addio,da valutare altre posizioni di prestiti in essere.

il difensore brasiliano Junior Tavares – sottolinea La Gazzetta dello Sport – tornerà sicuramente in patria, dopo una stagione assolutamente incolore, tanto che già nella sessione invernale del mercato era stato vicino al rientro al San Paolo.

Da valutare la posizione di Defrel che si è rilanciato a Genova, anche la situazione di Saponara è in dubbio come quella di Tonelli, gli agenti dei giocatori fanno sapere che c’è una situazione di stand by e per il momento aspettano un cenno da corte lambruschini che tarda ad arrivare.

08/05/2019

Ore 23:35

Mancini: Bobby gol, da quando era bimbo al successo. Foto e video in esclusiva

Prima parte della storia di Roberto Mancini, tutte le immagini e video inediti . Dalla sua autobiografia tutte le dichiarazioni

Buona lettura

Il numero “10” è quel giocatore che stupisce ed emoziona, “spiazza” tutti con un gesto atletico di cui forse neppure lui ha piena consapevolezza, e da subito questo numero è nel mio destino: me lo affidarono quando non avevo ancora 6 anni, e lo porto con me da quando ho indossato la mia prima maglia nella squadra di calcio dell’oratorio San Sebastiano di Jesi. Il regalo che chiedevo a Natale ogni anno era sempre lo stesso: le scarpe da calcio (allora di pezza) e un pallone di cuoio.

Potevo andare al Milan, ma la convocazione arrivò per sbaglio alla Real Jesi (che aveva organizzato il provino grazie a Gabrielle e Andrea Cardinaletti), anziché all’Aurora Jesi, società con cui ero tesserato.

Il destino aveva deciso Bologna e così lasciai solo tredicenne Jesi, città dove ero nato, ed il calore dell’affetto dei genitori. Vivo è il ricordo del provino organizzato grazie alla determinazione di mio padre (che mi disse “gioca più indietro così hai più palle e possono notarti”…), poi io fui artefice del resto. Dopo 40 minuti di prova fui convocato nell’ufficio del Bologna Calcio giovanili per firmare un contratto (siglato da papà perché ancora tredicenne!).

La prima persona ad aver compreso che il calcio era il mio futuro fu Aldo, mio padre. Un uomo che prima della passione per il calcio mi ha trasmesso il valore dell’onestà e della semplicità. Mia madre Marianna avrebbe preferito evitare il mio allontanamento da Jesi: sapevo che restando a casa avrei fatto poco, dovevo andare via da tutto e da tutti. Difficile trasmettere in parole i sentimenti ed i pensieri di quegli anni: felice ma spaventato, determinato ma non ancora consapevole del mio talento. Seguii l’istinto (come faccio ancora oggi) e questo mi ha portato lontano.

Il mio obiettivo era giocare a calcio e rimasi stupito quando compresi che il Bologna mi avrebbe riconosciuto un rimborso spese (90 mila lire al mese!): ero perplesso perché venivo pagato per giocare a calcio e divertirmi

In rossoblu ho trovato un settore giovanile perfetto, con tecnici di qualità come Perani, Fogli, Soncini, Bonini, Zagatti, Mantovani e il suo segretario Generale, Emidio Martelli. Bologna è stata la città ideale per crescere: lì ho conosciuto persone speciali che mi hanno adottato e voluto subito bene. Bologna mi proiettò nel grande calcio: il 13 settembre 1981 la mia prima volta in Serie A (avevo solo 16 anni) grazie al tecnico Tarcisio Burgnich debuttai in Bologna-Cagliari. Leggi tutto “Mancini: Bobby gol, da quando era bimbo al successo. Foto e video in esclusiva”

Flash: Mino Raiola squalificato dalla Figc

Raiola è stato squalificato ufficialmente dalla FIGC per tre mesi per il caso del giovane romanista Scamacca, anche il cugino squalificato per 2 mesi.

Il procuratore di molti giocatori famosi e non avrà le mani legate per questo calciomercato, l’articolo sarà aggiornato.

21:03

08/05/2019

Fifa19 : Sampdoria in finale nel campionato virtuale della Virtual Bundesliga

Sampdoria alla conquista della Virtual Bundesliga con Leon ‘Blackarrow889’ Aussieker: il 20enne tedesco, player professionista dei blucerchiati su Fifa 19, è uno dei finalisti della competizione ufficiale organizzata dalla federazione tedesca, il Gran Finale avrà luogo tra tre giorni.

Fonte sito ufficiale U.C. Sampdoria

Quasi 1 milione di arretrati per lo stadio

L’assessore al patrimonio di Palazzo Tursi, ossia Pietro Piciocchi: “Abbiamo preso lo stadio come amministrazione dopo anni di morosità e di scarsa attenzione” ha detto a Primocanale. “È stato presentato un progetto per interventi importanti secondo la ‘legge stadi’ che prevede la concessione di 90 anni. Sarà cura di questa amministrazione fare tutti gli approfondimenti per le valutazioni che entro pochi mesi potranno dare il via alla concessione”.