Rebus cessione : I legali di Vialli incontrano Ferrero. Aquilor perde un investitore e cerca una opzione comune.

Questa volta è Ferrero ad avere fretta per via di una disorganizzazione interna sempre più allarmante.

Infatti a Giugno ci sono pagamenti di rate e mutui che si aggirano intorno ai 40 milioni di euro, parleremo della situazione debitoria nei prossimi giorni.

Questa situazione ha portato il numero 1 della Samp a chiedere un incontro con Vialli e i suoi investitori.

Nello stesso tempo Aquilor ha richiesto a Vialli di incontrarlo e proporgli un ruolo nel caso Ferrero decidesse il gruppo inglese come suo sostituto nel pacchetto azionario. Come già detto Aquilor è solo un tramite per investitori e in questa fase della trattativa agisce come scatola per inglobare le offerte.

L’idea non convince del tutto Vialli sempre se non venga fatto entrare nella coordata uno tra knaster e Dinan.

La richiesta di Aquilor è dovuta perché uno dei principali investitori si sarebbe ritirato e non garantirebbero i soldi promessi a Ferrero.

Insomma una situazione delicata e scelte che devono essere fatte con moderazione.

Se Ferrero rimanesse a capo della società blucerchiata avrà conti salati da pagare la prossima stagione e ci sono soprattutto anche alcune rate non estinte verso Edoardo Garrone quando cedette la Società a titolo gratuito e con garanzie bancarie per i primi tre anni delle quali non sono state saltate o rimandate

Da parte degli acquirenti c’è volontà di chiudere prima di Samp VS Juve da entrambe le parti, nel caso i tempi si allungassero si “userà” l’attuale società come tramite per le prime mosse di mercato.

Ferrero deve decidere a giorni perché le offerte sono sulla scrivania non da poco, Vialli ha messo ancora una volta l’acceleratore a quanto sembra e Aquilor è tentato di inglobare la situazione e mettere la parola fine alla vicenda.

Aspettiamo fiduciosi comunicati che possono venire solo dalla UC Sampdoria e nel caso di ritiro di scena dallo stesso Vialli ed Aquilor che al momento noi giornalisti, nonostante le richieste di un’ammissione della trattativa si sono trincerati.

Non vogliamo entrare in merito alle notizie riportate dai quotidiani genovesi.

Produzione riservata di sampgazzetta.it.

L’articolo può subire variabili e in continuo aggiornamento.

15 Maggio

13:54

Situazione societaria: Inizia il conto alla rovescia per tutti i protagonisti

Abbiamo letto tante notizie, tanti numeri che per chi è dentro al mondo giornalistico hanno portato solo confusione tra i tifosi e appunto gli addetti ai lavori.

Consultandoci con diverse fonti e altri giornalisti crediamo che sapremo del futuro in via ufficiale nella prossima settimana.

Sono tanti i fattori da tenere d’occhio, il primo è che i principali “attori” di questa vicenda si sono racchiusi in un silenzio rumoroso.

Ferrero non ha più parlato con la stampa e non ha presenziato a eventi in queste settimane, Vialli ha fatto due uscite pubbliche nelle quali in una ha dichiarato che vorrebbe fare il dirigente e non ha smentito nulla nonostante la pressione dei media.

Aquilor è una società che farebbe da tramite a investitori, dalle ricerche incrociate siamo venuti a conoscenza che si tratti per il momento ( se non ci sono altre figure) di società finanziarie che si occupano di gestione di debiti e finanziamenti con sede in Arabia Saudita e Dubai.
Del principe arabo non c’è stata nessuna dichiarazione, secondo voci si sarebbe pur ritirato dalla “cordata” perché il suo nome sarebbe uscito e si sarebbe infranto un vincolo di segretezza, anche qui punto interrogativo.

Non ci resta che aspettare ma conoscendo il calcio e le vendite societarie tutto può accadere.

La situazione è quella descritta e se non ci sono da una parte smentite e dall’altra comunicati per calmare l’ambiente crediamo che il futuro si stia decidendo proprio in questi giorni o addirittura già deciso.

Non parliamo di cifre perché bisognerebbe considerare anche come vengono formulate le proposte.

In caso rimanesse Ferrero, opzione difficile ma non possiamo escludere, sarà un mercato in salita e sicuramente dovrà scegliere un nuovo allenatore e qualcuno che faccia il mercato, sempre in questo caso si aspettano delle vendite dei giocatori più quotati poiché la gestione Ferrero vive di plusvalenze e giocatori da rilanciare, sicuramente in questi anni lo staff c’è riuscito ma per farlo bisogna essere agili sul mercato.

I tempi si accorciano sempre di più e le ripercussioni aumentano.

Siamo alla fine del campionato e per questo è iniziato il countdown per tutti i protagonisti.