Di Marzio, Tonelli: ballano ancora 200 Mila euro tra domanda e offerta.

Secondo Di Marzio che sta seguendo la trattativa dal primo giorno, tra Ferrero e de Laurentiis c’è un distacco di circa €200.000, quindi ancora non si può dire chiusa la trattativa, fin quando non si raggiunge la cifra pattuita. Sicuramente, come già detto prima è una situazione alquanto “strana”, sperando che al più presto finisca in modo positivo. Sempre Di Marzio ha detto che domani o dopodomani potrebbe finalmente sbloccarsi la trattativa…staremo a vedere.

Samp-Sassuolo, le decisioni del giudice sportivo.

Julian Chabot salterà Sampdoria-Sassuolo, in programma al “Ferraris” domenica pomeriggio. Espulso durante la sfida dell’”Olimpico” con la Lazio, il centrale tedesco è stato squalificato per un turno dal Giudice Sportivo.

Da segnalare la settima ammonizione stagionale per Ronaldo Vieira e la sesta per Omar Colley. In diffida restano Bartosz Bereszynski e Alex Ferrari.

Bereszynski: ” con Ranieri ho ritrovato fiducia. Mi ero perso”

Sono abituato alle voci sul mio conto. Si diceva che un compagno avrebbe potuto soffiarmi il posto o che avrei lasciato il club. Non è successo niente del genere. Sono sempre stato in grado di conquistare il posto da titolare. Anzi, Fabio Depaoli del Chievo è arrivato nel club prima della stagione. Eravamo io e Jacopo Sala. Mi concentrai sulla competizione e dopo alcuni giorni di campo, ancora sotto Eusebio Di Francesco, ricevetti un segnale che l’allenatore contava su di me, voleva che giocassi. Alla fine, Sala è andato alla SPAL, e non sono mai stato messo da parte, nemmeno per un momento“.

Non voglio dare la colpa all’allenatore, perché soprattutto i calciatori dovrebbero prendersi la responsabilità dei risultati. Eravamo delusi, forse eravamo un po’ distratti. Ad ogni partita abbiamo cambiato l’impostazione tattica. Io questa cosa l’ho sentita in particolare, perché nel club giocavo al centro della difesa, mentre in Nazionale a sinistra. Da nessuna parte giocavo nel mio ruolo naturale. Mi ero perso, non è stato facile. Mi sentivo molto bene fisicamente in quel momento e non potevo farlo vedere completamente. La poca esperienza in quella posizione è emersa: movimenti, automatismi o decisioni. Di Francesco mi ha spiegato che aveva bisogno di me nel mezzo dove non avevo mai giocato prima. Non avevo molta scelta”.

Ora Ranieri

“Italiano, ma con zelo inglese. Ci alleniamo molto duramente durante la settimana. Corriamo otto chilometri in ogni allenamento, che è quasi uguale a quanto corriamo in partita. L’allenatore ha rinunciato un po’ alle sue tattiche. Innanzitutto, si è concentrato sulla difesa. Siamo tornati a giocare quattro. Per Ranieri, dobbiamo mostrare disciplina, impegno e preoccupazione per non commettere errori stupidi. Ciò ha portato a risultati migliori. Non siamo ancora in forma ottimale, ma ci siamo scossi e stiamo facendo progressi. Sono ottimista”.

Da Pedullà

Ramirez: ottimismo per il recupero con il Sassuolo. La società pensa al rinnovo di contratto, presto un incontro con l’entourage.

Per Gaston Ramirez da oggi scatta la corsa per il recupero in vista del Sassuolo, il sudamericano, può essere il jolly vincente per la Sampdoria.

Nella caduta con la Lazio, arrivata quando i blucerchiati sembravano aver imboccato la strada giusta per la permanenza in serie A,  Ramirez era assente, si era infortunato al ginocchio sinistro nella gara con il Milan.

Ora, dopo due settimane di stop, vede il traguardo e Claudio Ranieri spera di recuperarlo perché quella con il Sassuolo è una gara importantissima. La  Sampdoria che deve trovare punti importanti per allungare sulle inseguitrici.

Le condizioni fisiche sono in netto miglioramento, e c’è il giusto ottimismo per il suo recupero.

Ramirez, con la sua presenza alza il coefficiente di qualità della squadra, certe giocate possono fare sempre la differenza, e non a caso sono diverse le richieste per il giocatore.

La società, secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, sta lavorando per il rinnovo del suo contratto, che scade il 30 giugno 2021 e la dirigenza si metterà presto intorno a un tavolo con l’entourage di Ramirez.

Per la difesa chiesto Masiello. Piace Gabbia del Milan ma ovviamente non c’è solo la Samp…

I nomi che stanno girando sono i seguenti, non si sa se al posto di Tonelli o per dare il secondo difensore a Ranieri. Riporta Sky interessamento per il giovane Matteo Gabbia, centrale classe 99. Sempre secondo Sky Sport il Milan vorrebbe far partire il giocatore, ovviamente anche qua ci sono altre squadre interessate.

Altro nome, Masiello 7 presenze in campionato, 4 in Champions, la Sampdoria ha chiesto l’Atalanta  un possibile accordo, probabilmente quando è stato ceduto Zapata.

Insomma come ha detto Osti, c’è tempo no? cosa c’è da preoccuparsi se Ranieri continua a chiedere giocatori, tanto in difesa ne abbiamo tanti…… Qualcuno arriverà sicuramente non si sa quando, speriamo il prima possibile.

Tonelli convocato da Gattuso. Continua la telenovela tra le due società, Ranieri deve ancora aspettare.

Tonelli non arriva neanche oggi. Con tutto il rispetto non stiamo parlando di trattative impossibili, si tratta solamente di riuscire a capire se il difensore realmente viene a Genova o no, si è partiti dall’arriva subito al “non si sa quando”.

Stasera è stato convocato da Gattuso, nuovamente. I Partenopei sono in piena emergenza, quindi fin quando non si rinforzano o non recuperano certi giocatori è difficile che il difensore arrivi . Se all’inizio della trattativa, quando de Laurentiis ha chiesto di cambiare formula, al posto di aspettare e meditare, si fosse conclusa subito non ci sarebbero questi problemi. Siamo al 21 di gennaio!

Sampdoria: falli a partita superiore alla media della serie A, lo dice una ricerca del Cies.

Il Cies, l’Osservatorio Calcistico dell’Università svizzera di Neuchatel, ha fatto uno studio sui falli di gioco in 32 campionati europei. La media di falli a partita per una squadra della Serie A è di 14,37.

La Sampdoria gira a 14,89, cioè un 4% in più ed è decima in classifica. Ai primi posti Brescia, Spal e Sassuolo con 13,74. In assoluto in Europa la squadra che viaggia maggiormente sotto media è il Liverpool con una media di 8,14 falli a partita, il 22% in meno rispetto alla media della Premier che è di 20,4.

Sette anni fa ci lasciava Riccardo Garrone, il presidente che portò la Samp dalla B alla Champions.

Il 21 gennaio 2013, dopo una lunga malattia, muore nella sua villa di Grondona, Riccardo Garrone.

I funerali vengono celebrati dal cardinal Angelo Bagnasco nella Chiesa del Gesù di Genova il 23 gennaio successivo, giorno in cui avrebbe compiuto 77 anni. Alla cerimonia sono presenti tutti i componenti della rosa della Sampdoria e del Genoa oltre a molti altri personaggi del mondo del calcio e molte ex glorie della Sampdoria

Garrone acquista la Sampdoria L’11 gennaio 2002, salvandola dal fallimento. Nel suo primo anno di presidenza la Sampdoria conquista la promozione in Serie A e all’ottavo anno, nel 2010, raggiunge la qualificazione in Champions League. Nella stagione 2010-2011, quando aveva già lasciato le redini del comando al figlio Edoardo a causa della malattia, la Sampdoria torna nuovamente in Serie B, categoria nella quale rimane comunque una sola stagione.

Sono passati sette anni, ma il tempo non ha offuscato l’affetto dei tifosi della Samp, che continuano a portarlo nel cuore insieme ai momenti belli vissuti con la sua presidenza.

Incidente stradale per l’ex blucerchiato Sergio Romero, distrutta l’auto da 200.000 euro.

L’ex portiere della Sampdoria, Sergio Romero, adesso in forza al Manchester United, è stato vittima di un incidente d’auto.

Il portiere argentino è rimasto coinvolto in uno scontro stradale con la sua Lamborghini finita fuori strada. L’incidente occorso all’estremo difensore è avvenuto nei pressi del centro sportivo del Manchester a Carrington. Distrutta la sua auto, dal valore di 200 mila euro, nessuna conseguenza per il giocatore.

 

 

La Fiorentina non molla Caprari: messo sul piatto anche Boateng

La Fiorentina non molla la presa su Caprari, dopo la prima offerta rifiutata, stamattina ha presentato un’altra offerta che include l’acquisto del giocatore per una cifra intorno ai 10 milioni e il cartellino di Kevin Boateng. Corte Lambruschini sta ragionando sul da farsi, Ranieri, aveva già dato perplessità sul giocatore viola, in più sarebbe un prestito oneroso con 1 mil subito il resto a fine campionato.

.

Domani ripresa degli allenamenti, Ranieri aspetta Tonelli. Da verificare le condizioni di alcuni giocatori.

Testa al Sassuolo, Ranieri dopo 2 giorni dalla sconfitta contro la Lazio, domani riprenderà gli allenamenti in vista dell’importante partita di domenica contro il Sassuolo. Domani si valuteranno le condizioni di Quagliarella e Ramirez. Sempre domani il tecnico valuterà la difesa, nel caso arrivasse Tonelli dovrebbe giocare con Colley.

Ranieri sicuramente cercherà di dare la carica per tutta la settimana alla squadra. Il Sassuolo è a solo 3 lunghezze ma è una partita molto delicata, dove la Samp cercherà in tutti i modi di portare a casa la vittoria. Oggi giocherà la Spal, le antagoniste (Brescia, Lecce) hanno fatto solo un punto ieri ma hanno diminuito lo svantaggio. Il Genoa è caduto in casa contro la Roma ed è l’unica squadra che non ha recuperato punti salvezza.

Samp for People: le maglie del derby in vendita per il Gaslini

I primi sei cimeli di una collezione imperdibile. Cimeli unici perché in arrivo da un derby vinto e perché utilizzati soltanto per l’occasione. Si tratta delle maglie della Sampdoria indossate dai blucerchiati nell’ultima stracittadina della Lanterna, arricchite della scritta Gaslini curiamo i bambini e ora all’asta su Charity Stars proprio a sostegno dell’Istituto “Gaslini”.

Progetto. Tutte le t-shirt originali della sfida dello scorso 14 dicembre contribuiranno infatti alla realizzazione del progetto Samp for People all’interno dell’ospedale pediatrico genovese.

Offerta. Clicca qui per fare la tua offerta, aggiudicarti un pezzo unico e contribuire alla causa benefica.

Lo riporta Sampdoria.it

Tre gol in venti minuti, l’ultimo precedente nel ’95. Mancini buttò a terra la fascia per protesta verso l’arbitro.

All’Olimpico contro la Lazio non è stata la prima volta che la Sampdoria ha incassato tre gol nei primi 20 minuti di gioco, ma per trovare l’ultimo precedente bisogna tornare indietro di più di 24 anni. Per la precisione ritornare al 15 ottobre del 1995, quando la formazione allenata da Sven Goran Eriksson scese in campo al Garilli contro il Piacenza. E, come ricorda il Secolo XIX, ne prese tre proprio nei primi 20 minuti della partita (Corini al 13′, Piovani al 18′ e Caccia al 20′). Tutti tra l’altro presi su palle inattive. Inutile la reazione della Sampdoria che nella ripresa accorciò due volte le distanze, in apertura di frazione con Maniero e proprio al 90′ con Mancini.

Mancini a un certo punto gettò a terra la fascia da capitano per protestare contro una decisione dell’arbitro Trentalange, lo stesso che quasi quattro anni dopo avrebbe certificato la retrocessione della Sampdoria a Bologna. Eriksson, furioso a fine partita confessò la squadra per una quarantina di minuti. «Le partite si vincono correndo – aveva dichiarato – la tecnica da sola non basta: il terzo gol subìto è emblematico di come abbiamo affrontato la gara, senza testa, deconcentrati, molli. Una vergogna, dobbiamo e possiamo fare di più».

Seedorf perse il posto da titolare nella partita successiva quando a Marassi arrivò la Fiorentina. La reazione dei blucerchiati ci fu, e alla fine arrivò una vittoria per 2-1, griffata dalle reti di Maniero e Salsano.

Potrebbe essere un risultato beneaugurante in vista della sfida con il Sassuolo che attende questa Sampdoria domenica pomeriggio al Ferraris.

Decisamente più recente è invece l’ultimo 5-1 subito dalla Sampdoria in trasferta. La data è quella del 1° febbraio 2015, allo stadio Olimpico contro il Torino. Coincidenza, ci fu una tripletta anche quel giorno e la segnò Fabio Quagliarella.