Ferrero continua a corteggiare Totti per un futuro nella Roma, da parte della Dirigenza potrebbe arrivare la spallata.

Ferrero continua a fare il nome di Totti e lo vorrebbe alla Sampdoria, secondo voci vicino al Pupone, questi continui interessi da parte del “viperetta” sarebbero per arrivare un giorno ad essere il presidente della Roma. Il ragionamento di Ferrero è semplice: agganciare Totti, procurargli un ruolo nella Samp e “usarlo” come immagine, e per le conoscenze negli ambienti romani (anche per i suoi viaggi evidenziati da Pallotta in Qatar e negli Emirati Arabi) per poter poi affrontare una trattativa insieme.

Solo voci? non sembra, infatti si dice che alle dichiarazioni pubbliche fatte, sarebbero seguiti dei colloqui privati, in cui Ferrero insisterebbe per avere a tutti i costi Totti alla Samp. Sempre secondo i ben informati, Ferrero darebbe carta bianca alla bandiera della Roma come dirigente. Ovviamente per far questo passo bisogna essere in due e Totti, oltre ad avere altre proposte, allontanarsi dall’ambiente Roma per approdare alla Samp potrebbe risultare un boomerang; anche perchè in passato qualche screzio tra i due c’è già stato. L’unico dato certo è che Totti, non ha ricevuto nessuna offerta scritta da parte della Samp.

La dirigenza blucerchiata non si esprime, ma i malumori come abbiamo già detto aumentano e una spallata al primo passo falso potrebbe venire proprio dall’interno della società. Da quanto si apprende Romei e Fiorentino, che sono sempre vice presidenti, non riescono più ad avere un confronto come era in  precedenza con Ferrero, e la trattativa con il gruppo Vialli, come avevamo già detto la porta avanti la dirigenza. In queste ore qualcosa pare che si sia realmente mosso e l’avvertimento dato da tutti, dirigenza compresa, è:  “Attenzione al passo falso Ferrero”.

Ferrero può continuare a dichiarare amore per la Roma e decidere tutto da solo ma evidentemente non si ricorda che è il Presidente della Samp e i tifosi ormai non lo vogliono più, potrebbero essere le ultime sparate. Se Ferrero crede di farcela da solo, solamente il tempo lo dirà, lo stesso tempo che a nostra saputa, stringe!

In caso anche questo ultimo tentativo di far andare in porto la trattativa messo in atto dalla dirigenza, non portasse a buon fine, Ferrero si dovrà confrontare con una dirigenza e un cda, a quanto pare, ormai spaccato dal quale non potrà trovare appoggio, di conseguenza sarà costretto ad aprire un nuovo ciclo anche a livello dirigenziale, sempre se troverà i presupposti per procedere in questo senso.

Produzione riservata

19/06/2019

ore 12:20

foto Corriere dello Sport
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: