Accadde oggi: 28 giugno 1989, Sampdoria Napoli 4 a 0 finale di ritorno, la Coppa Italia è blucerchiata!

Il 28 giugno 1989 La Sampdoria vince 4 a 0 col Napoli e conquista la sua terza coppa Italia, la seconda consecutiva; reti di Vialli, Cerezo, Vierchowod e Mancini.

Coppa Italia 1989. Festeggiamenti Sampdoria

La finale si gioca al “Giovanni Zini” di Cremona in quanto il Ferraris era ancora un cantiere in vista dei Mondiali 1990. I blucerchiati sono chiamati a ribaltare il risultato dell’andata che ha visto vincere il Napoli per uno a zero.

La Sampdoria è reduce dalla finale di Coppa delle Coppe persa a Berna con il Barcellona, ma a questo appuntamento si presenta in ottima forma senza squalificati e senza infortunati e si vede, la partita è un monologo: la Samp attacca e il Napoli difende fino al 32′ quando Vialli,  sfruttando un cross di Victor,  manda di testa nel sette il pallone.

Al 38′ Mancini serve dalla sinistra un traversone sul secondo palo per Cerezo, che, ancora di testa, incrocia a rete per il raddoppio su cui si andrà a riposo.

Nella ripresa è ancora la Samp che attacca e arriva a segno con Vierchowod che dopo uno scambio con Mancini conclude a rete con un gran destro sul primo palo e fa 3-0.

Al 57′ Mancini si guadagna un rigore e segna la rete del 4 a 0.

La Sampdoria vince la terza Coppa Italia della sua storia, la seconda consecutiva dopo quella dell’anno prima a Torino, riconfermandosi una delle squadre più forti d’Europa.