La cessione della Sampdoria rallenta i lavori del Ferraris

I lavori di ristrutturazione del Ferraris stanno subendo un forte rallentamento e nell’edizione di Calcio e finanza di oggi la cosa viene collegata alla situazione della Sampdoria che sta lavorando per la cessione del club.

La Sampdoria, infatti, non ha ancora firmato la concessione di 90 anni (che sarà da sottoscrivere insieme al Genoa). Non si tratta di una disdetta, ma l’iter si è fermato in attesa degli sviluppi sulla cessione della società.

Stefano Anzalone, consigliere delegato allo Sport del Comune di Genova, ha confermato al quotidiano che il cronoprogramma non è stato ancora rispettato, tuttavia si è dimostrato fiducioso del fatto che la prima giornata di serie A si potrà disputare.

«Non con tutto lo stadio agibile, magari, ma credo non ci siano problemi a giocare al Ferraris. I lavori al manto erboso sono a buon punto, è stato rifatto il drenaggio ed è in corso la rizollatura. Si erano invece fermati i lavori sugli spalti». Anzalone ha confermato che ora i lavori procedono sulle tribune superiori, inclusa anche la tribuna stampa: «Sì, quella parte credo che non sarà pronta prima di metà settembre, o forse fine settembre».

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: