Maroni: “Non chiamatemi “Maravilla, è un soprannome da chiquito”

 

foto Instagram

“Non chiamatemi “Maravilla, è un soprannome da chiquito”, così parte la chiaccherata con Gonzalo Maroni pubblicata oggi sul Secolo, “preferisco Gonza”.

Maroni, cresciuto ne l’Istituto di Cordoba, da dove sono partiti anche Dybala e Kempes, ha origini siciliane e della Samp dice “E’ molto conosciuta in Argentina grazie a Veron, Ortega, Romero e anche Riky Alvarez”.

“Venire in Europa era il mio sogno da bambino: Ogni giorno sogno la mia famiglia e la mia ragazza e se sentiste mia madre capireste che è la prima volta, mi chiede solo se mangio, se dormo, se sto bene, mai una volta che voglia sapere se ho segnato”.

“Sono qui per imparare e devo fare le cose semplici, il mister mi spiega molto bene cosa vuole”

“Dybala è un mio modello, ma il mio idolo è Messi”

A chi gli chiede se prenderà il 10 come numero risponde: “No, troppo per ora: ho preso il 20, andiamoci piano”.

Un pensiero su “Maroni: “Non chiamatemi “Maravilla, è un soprannome da chiquito”

  • 23 Luglio 2019 in 13:22
    Permalink

    Mara Romero Borella soprannome Maravilla, portatrice del tricolore italiano in UFC, prima donna italiana nella top class…. Dovresti andarne fiero di certi soprannomi.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: