Jakub Jankto: “Dopo la nascita di mio figlio sono maturato, questa potrebbe essere la stagione più importante

foto UC Sampdoria Twitter agenzia Pegaso

Riportiamo parte dell’intervista a Jakub Jankto da il Secolo.

“Quest’anno mi sento bene, c’è il nuovo allenatore, stiamo lavorando tanto, tantissimo, più dell’anno scorso. Già in ferie mi stavo allenando, lo faccio sempre, ma è vero che la preparazione di quest’anno è la più importante della mia vita ed ho forzato, perchè so bene anch’io che l’anno scorso non è andato come tutti volevano.”

L’anno scorso ho pagato il sistema di gioco di Giampaolo in cui noi centrocampisti dovevamo stare molto chiusi e stretti. il 433 sembra fatto a posta per me: a me piace inserirmi sovrappormi con l’ala, correre in verticale, esattamente quello che vuole Di Francesco.

“Sinceramente non penso ai milioni spesi per avermi (15), io voglio fare il massimo, se mi metto a pensare cosa pensa la società e la gente mi distraggo e diventa controproducente.”

“Se hanno scelto di investire certe cifre lo hanno fatto perchè ci credono, io devo pensare a me stesso e fare il meglio possibile per la Samp, è questo il mio pensiero.”

“Mi sento più responsabile della mia famiglia, dal momento in cui ho avuto un figlio è cambiato, adesso non penso solo più a me ma ho una moglie e un figlio. E’ stata una grande gioia e penso mi abbia fatto maturare. Ovviamente mi mancano molto entrambi in questi giorni.”

“La mia maglia sarà sempre la 14”

“Siamo un gruppo sano, ci troviamo molto bene, c’è un bel clima. In fondo l’ossatura è del gruppo dell’anno scorso, ci conosciamo già quasi tutti bene.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: