Calciomercato: la situazione di Rigoni, Simeone e Defrel

Per concludere il tris Ferrero dovrà riformulare diverse offerte.

Simeone: la Fiorentina  sembra che non accetti contropartite e per il momento la richiesta è di 15 Milioni, ma potrebbe scendere di qualcosa, con obbligo di riscatto.

Rigoni: la Samp nella prima offerta aveva chiesto il giocatore con l’opzione di riscatto a 12 milioni, anche qui lo Zenit ha chiesto l’obbligo riscatto o la definitiva cessione del cartellino sui 10 milioni. Il problema è l’ingaggio, il giocatore non scenderebbe sotto  1, 8 milioni. La Samp ha proposto 1, 5 milioni. In questo caso però, sia l’agente del giocatore che lo stesso Rigoni, hanno fatto intendere che vorrebbe tornare in Italia.

Defrel: capitolo a parte, sembra che il giocatore abbia preso 24 ore per pensare, il problema è l’ingaggio del giocatore che dovrebbe “accontentarsi” di 1,5 milioni all’anno , il Cagliari e il Sassuolo sono arrivati a offrire 1,8. Sentendo Ferrero ieri sera però non ci dovrebbero essere problemi per l’arrivo del francese.

C’è solo da attendere e vedere cosa si riesce a fare con un budget basso, sempre tenendo appesi gli accordi con il gruppo Vialli che valuterà tutte le operazioni, dal momento che, se subentrerà saranno loro a dover pagare .

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: