Di Francesco: “se penso alla bolgia del Ferraris ho già i brividi, basta pensare alla cessione”

Ecco le parole del mister prima di Samp vs Toro

“Se penso alla bolgia del Ferraris ho già i brividi. Credo che i tifosi della Sampdoria non ci abbiano mai fatto mancare niente. Sta a noi trasformare questa bolgia in prestazioni di certo livello. Ma noi dobbiamo vincere attraverso una prestazione di alto livello e trascinare i nostri tifosi. Ai tifosi non posso dire nulla, sono felice che i tifosi ci incitino nei momenti di difficoltà. Ma dobbiamo iniziare a fare punti».

«Tutto quello che non è campo io mi auguro che rimanga fuori da Bogliasco. Dobbiamo essere bravi noi a conviverci. Basta pensare al mercato, basta pensare alla cessione del club. I palloni li abbiamo e dobbiamo essere concentrati. Non dobbiamo rifugiarci in altri problemi. Se in passato hanno influito non devono più accadere»

«Abbiamo preso nove gol e ne abbiamo fatto uno, però bisogna trovare anche gli aspetti positivi delle partite. I particolari fanno la differenza sempre, io devo stare attento a tutti i dettagli. Ma gli errori individuali fanno parte di questo gioco. Chi sbaglia meno, si evidenzia meno questo fattore. Ad oggi, appena sbagliamo prendiamo degli schiaffi»

«Ho visto una squadra attenta a quello che chiedo. Gli atteggiamenti vanno al di là del sistema di gioco. I difensori devono stare attenti in ogni situazioni di gioco al di là dei moduli»
«Ora dobbiamo concentrarci solo sul Torino, non su Fiorentina e Inter. Poi valuteremo le altre. Portare a casa punti in questo momento è

importantissimo. Prevale l’aspetto mentale e la grande voglia di rifarci. Metterò in campo la squadra più idonea per affrontare il Torino»

«Torino ha grande fisicità, hanno movimenti coordinati. È una squadra che ha un sistema di gioco aggressivo. Dobbiamo essere bravi a essere ribaltare le situazioni di gioco»

«Nelle ultime due gare ci sono stati dei momenti positivi. La squadra però è mancata sulla continuità. Abbiamo lavorato sulla testa, non dobbiamo perdere l’attenzione durante la gara. Dobbiamo cercare di fare sessanta minuti buoni»

«Spesso vi ho detto che i ragazzi hanno lavorato bene in settimana. Poi però ci deve essere la risposta sul campo. Lo zero in classifica infastidisce e fa male a tutti”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: