Primavera : Bologna-Samp, dopo un buon primo tempo i blucerchiati cedono il passo e subiscono due reti

Giornata no per la Primavera. Dopo un buon primo tempo, al “Biavati” di Bologna la Sampdoria di Cottafava cede il passo ai rossoblù di Troise, capaci nella ripresa di andare a segno in due occasioni e aggiudicarsi l’incontro.

Occasioni. Buon ritmo fin da subito, con diverse occasioni da una parte e dall’altra e la Samp che sfiora il vantaggio in due occasioni. La prima al 15′, quando Chrysostomou tenta la girata aerea su un traversone da sinistra di Giordano e il pallone esce di poco, sfiorando il palo alla sinistra di Molla. Al 24’ poi è Yayi Mpie a scattare sul lancio in verticale di Brentan e a saltare anche l’estremo rossoblù ma l’azione è viziata da una posizione irregolare dello stesso attaccante belga e l’arbitro annulla. Al 27’ padroni di casa pericolosi con Juwara ma Raspa è attento e in volo blocca il tentativo aereo dell’avversario.

Uno. Nella ripresa cambia il vento. Il Bologna preme subito sull’acceleratore e al 7′ Raspa è costretto ancora agli straordinari per deviare la conclusione dal limite dell’area di Cangiano. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Juwara di testa colpisce il palo. Sospiro di sollievo e ripartenza immediata per la Samp: Yayi Mpie al 16′ però non riesce a battere a rete e i padroni di casa ne approfittano. Sul capovolgimento di fronte infatti Juwara lascia partire un tiro non irresistibile che Raspa non trattiene e termina in fondo al sacco: è il 17’ e siamo sotto, 1-0.

Due. Samp che accusa il colpo e al 22’, sull’ennesima ripartenza rossoblù, il neoentrato Baldursson firma il raddoppio che chiude la partita. Giornata da dimenticare anche per Prelec, subentrato al 21′ a Balde e costretto ad alzare bandiera bianca dopo soli sei minuti dal suo ingresso in campo per un infortunio alla caviglia destra. Al suo posto entra Amado ma la sostanza non cambia: al triplice fischio ad esultare sono i padroni di casa. Da lunedì testa al Torino, prossimo avversario al “Garrone” di Bogliasco nel posticipo di lunedì 28 ottobre.

Bologna 2
Sampdoria 0
Reti: s.t. 17′ Juwara, 22′ Baldursson.
Bologna (3-4-2-1): Molla; Lunghi, Portanova, Khailoti; Rocchi (15′ s.t. Farinelli), Koutsoupias (33′ s.t. Acampora), Mazza (41′ s.t. Grieco), Visconti; Juwara, Cangiano (41′ s.t. Di Dio); Stanzani (15′ s.t. Baldursson).
A disposizione: Marconi, Mancuso, Saputo, Cossalter, Agyemang.
Allenatore: Troise.
Sampdoria (3-4-3): Raspa; Rocha, Veips, Obert (40′ s.t. Angileri); Chrysostomou, Brentan (21′ s.t. Sabattini), Pompetti, Giordano; Yayi Mpie, Balde (21′ s.t. Prelec, 27′ s.t. Amado), D’Amico.
A disposizione: Boschini, Zovko, Sorensen, Pittaluga, Casanova, Canovi.
Allenatore: Cottafava.
Arbitro: Cudini di Fermo.
Assistenti: Pompei Poentini di Pesaro e Munerati di Rovigo.
Note: ammoniti al 13′ p.t. Rocha, al 29′ p.t. Cangiano, al 40′ p.t. Balde, al 4′ s.t. Obert per gioco scorretto; recupero 0′ p.t., 5′ s.t.; spettatori 250 circa; terreno di gioco in discrete condizioni.

Sampdoria.it