Accadde oggi: 23/10/2008, Coppa Uefa Partizan-Sampdoria 1-2, reti di Bonazzoli e Dessena.

Belgrado, 23/10/2008 si gioca la partita del girone di Coppa Uefa
Partizan-Sampdoria, gara che la Samp vincerà 1-2

Una super Samp ottiene una vittoria insperata alla vigilia nell’inferno di Belgrado e allontana la crisi che aveva colpito la squadra doriana nelle ultime settimane. Mazzarri mischia le carte, bisogna pensare anche al campionato: così rimangono a riposo Pieri e Bellucci.

Nella bolgia di Belgrado, i blucerchiati mostrano l’approccio migliore: grande personalità e nessuna voglia di subire la pressione dei trentamila tifosi locali. Così la squadra di Mazzarri inizia mettendo in difficoltà la squadra di Jokanovic con un super Cassano affiancato da un Bonazzoli in grande serata.

I primi venti minuti servono soprattutto alla Sampdoria per capire i difetti di questo Partizan che in difesa mostra qualche lacuna di troppo. E così al 20′ arriva anche il vantaggio doriano. Stankevicius innesca sulla destra Cassano che supera Jovanovic con uno splendido tunnel, si avvicina alla linea di fondo e appoggia centralmente per Delvecchio che calcia di prima intenzione: sulla traiettoria interviene Bonazzoli che di tacco deposita in fondo al sacco. Il vantaggio galvanizza tutta la Samp che cerca subito di chiudere i conti. Siamo al 25′ quando ancora lo scatenato Bonazzoli conquista il pallone sulla sinistra, si accentra e lascia partire un tiro che deviato da un difensore serbo costringe il portiere di casa ad una parata super.

E’ una Samp che cresce e prova a trovare il raddoppio con una fucilata di Cassano che Bozovic respinge a pugni chiusi. Sul capovolgimento di fronte la difesa doriana, soprattutto Accardi, si fa trovare impreparata su un un calcio di punizione battuto velocemente dal Partizan. Diarra slalomeggia in mezzo alla difesa blucerchiata e senza difficoltà batte il portiere Castellazzi. La Samp non ci sta e pensa subito a rialzare la testa: prima del riposo avrebbe una doppia occasione per chiudere i conti. Il tiro di Delvecchio viene respinto da un difensore mentre Bonazzoli spedisce sull’esterno della rete da posizione invitante.

Nella ripresa c’è il salvataggio di Stankevicius che respinge (con Castellazzi ormai battuto) il tiro di Diarra. E’ un segnale che la Samp non sottovaluta, bisogna fare attenzione alle ripartente dei serbi. Ma la squadra di Mazzarri ha un’arma in più rispetto agli avversari, i blucerchiati hanno più benzina nelle gambe e lo dimostrano con il contropiede che permette il vantaggio. Lungo cross di Stankevicius, la difesa serba pasticcia e Dessena (che stava per uscire per lasciare posto a Sammarco) dribbla Jovanovic e segna il gol del raddoppio. Deve soffrire la Samp anche se in un paio di occasioni sfiora il tris: la vittoria blucerchiata arriva ed è meritatissima.

Interviste a Castellazzi, Bonazzoli e Dessena SampTv

PARTIZAN BELGRADO-SAMPDORIA 1-2

PARTIZAN BELGRADO: M.Bozovic; Stevanovic (1′ st Miljkovic), Jovanovic, Knezevic, Obradovic; Fejsa (18’st Lazic), Juca; Tosic, Moreira, Paunovic (11’st Bogunovic); Diarra
Allenatore: Jokanovic

SAMPDORIA: Castellazzi; Lucchini, Accardi, Bottinelli; Stankevicius, Delvecchio (27’st Sammarco), Dessena, D.Franceschini, Ziegler; Cassano (15’st Bellucci), Bonazzoli (42’st Fornaroli)
Allenatore: Mazzarri

ARBITRO: Cortez Batista (Portogallo)

RETI: 20’pt Bonazzoli, 34’pt Diarra, 10’st Dessena

NOTE: Serata fresca, terreno in bone condizioni. Spettatori 30mila circa. Ammoniti: Lucchini, Obradovic, Accardi. Angoli: 7-4. Recupero: 0’pt e 3’st.

Repubblica 23/10/2008

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: