Ferrero: febbraio caldo, fissate le date dal tribunale, c’è anche l’udienza “Obiang”.

Il Tribunale di Roma, nell’area dedicata sul suo sito istituzionale, ha pubblicato il decreto con il quale concede alla Farvem Real Estate (sulla quale pende procedimento prefaIlimentare) della famiglia Ferrero fino al prossimo 21 marzo per «la presentazione della proposta, del piano e della documentazione» per potere accedere al concordato preventivo richiesto. È la prima scadenza con la quale il presidente blucerchiato si dovrà confrontare perché precede di due giorni il termine (conosciuto da una settimana) che sempre il Tribunale di Roma ha concesso, con la stessa motivazione, a Eleven Finance (e qui un creditore, si parla dell’Agenzia delle Entrate, ha presentato domanda di fallimento).

A quest’ultima è stata richiesto anche di depositare in cancelleria «una breve relazione informativa ed esplicativa sullo stato di predisposizione della proposta definitiva e del piano» già il 23 febbraio. Ferrero insomma tra il 23 febbraio e il 21 marzo dovrà avere concretizzato il piano di ristrutturazione dei debiti che gli consenta di evitare il rigetto dei concordati (come accaduto invece recentemente per la Abaco di sua figlia Michela) e di infilarsi in un vicolo cieco, che porterebbe tutto in mano al Tribunale. Rischiando di coinvolgere anche la Sampdoria (prospettiva inimmaginabile), nonostante il bilancio in attivo e abbia solo un rapporto diretto orizzontale con Eleven.

Il Secolo XIX