Ranieri si affida all’esperienza, contro il Torino la Samp più “vecchia” della stagione.

Sabato pomeriggio a Torino la squadra blucerchiata inizialmente scesa in campo presentava un’età media di 27,9 anni, come riporta il Secolo XIX, è stata la Sampdoria più “vecchia” della stagione, insieme a quella che ha affrontato il Sassuolo.

Ranieri per uscire dalla palude si sta affidando soprattutto a giocatori affidabili e di esperienza. Come Quagliarella (37 anni), Ekdal (30), Ramirez (29), Gabbiadini (28), Bereszynski e Colley (27). Gli stessi linetty e Murru (25) hanno ormai superato quota 100 presenze in Serie A. Il messaggio lasciato dal mercato di gennaio, da questo punto di vista, è stato chiarissimo: l’assenza fino al termine della stagione per l’infortunio di Ferrari, 25 anni, è stata colmata ingaggiando Tonelli di 30 e Yoshida di 31 . Nelle ultime stagioni non è capitato poi così spesso che l’età media della formazione di partenza della Sampdoria superasse i 27,5 anni.

Nell’ultima di Giampaolo, ad esempio, una volta sola e all’ultima giornata, ma l’ossatura base si poggiava su Viviano, Silvestre, Barreto e Quagliarella che in quattro bastavano a tirare su la media. Ma non è un caso che alcune Samp di Montella, che pure lui si giocava la salvezza, avessero superato i 29 anni di media.

Questo affidarsi all’esperienza è evidentemente una necessità legata alla classifica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: