Moriyasu: tour de force in Europa. Dopo la visita a Yoshida e al suo mito Ranieri, tappe a Bologna e a Brema.

Il commissario tecnico del Giappone, Hajime Moriyasu, tra lunedì sera e ieri nel primo pomeriggio, è sbarcato a Genova per incontrare il difensore Maya Yoshida e assistere a un allenamento della Samp. Un blitz appunto di poche ore con la partenza già ieri dopo pranzo per Bologna e questa mattina per la Germania.  Come racconta il Secolo XIX, Moriyasu è arrivato lunedì sera e ieri mattina si è presentato con un collaboratore della federazione nipponica al Mugnaini per assistere all’allenamento del Doria con attenzione rivolta al suo capitano Yoshida. Dopo l’allenamento, la partenza per Bologna dove già ieri pomeriggio ha fatto la stessa cosa con un altro giapponese monitorato: il difensore 22enne Takehiro Tomiyasu. E stamattina altro trasferimento, stavolta a Brema, in Germania, per visionare l’allenamento dell’attaccante Yuya Osako.

Insomma, un tour de force europeo per vedere da vicino i giocatori in ottica Nazionale ma anche per acquisire informazioni sui metodi di allenamento dei club europei. In questo caso, oltretutto, per il ct orientale Sir Claudio Ranieri non è solo il tecnico del suo capitano, e quindi un interlocutore obbligatorio, ma quasi un mito vivente visto che la favola del titolo del Leicester quattro anni fa ha fatto del tecnico romano un vero mito che tutti gli allenatori in giro per il mondo fanno a gara per incontrare.