Alla 460.a in serie A Quagliarella torna decisivo e continua a scalare le statistiche.

L’uomo della settimana in casa Samp è Fabio Quagliarella, i suoi primi gol stagionali decisivi sono sta ti fondamentali per battere il Verona e tenere botta nella corsa salvezza.

Nel giorno della sua presenza numero 193 nella Samp (è a una sola posizione dalla top 30) e 460 in Serie A, raggiunto Causio e staccato il trio Altafini-De Rossi-Pellissier, ha segnato una doppietta che ha nuovamente attivato i contatori delle varie statistiche. In Serie A è arrivato a quota 162 reti, diciottesimo posto e alla prossima marcatura raggiungerà Roberto Boninsegna e andrà in doppia cifra per la quarta stagione consecutiva.

Nella Sampdoria è arrivato a quota 84 in 193 presenze e si è trattato della sua sedicesima marcatura multipla, due triplette e quattordici doppiette. Domenica, è entrato nella top five dei giocatori più anziani scesi in campo con la maglia blucerchiata: contro il Verona a 37 anni, 1 mese e 6 giorni, scalzando per 3 giorni dal 5° posto Toninho Cerezo. Davanti gli restano Suarez, Salsano, Pinato e Berti.

E alla voce marcatori blucerchiati è già nella storia, perché solo Suarez ha segnato per la Samp a un’età maggiore della sua: lo spagnolo a 37 anni, 3 mesi e 28 giorni in Coppa Italia con l’Inter, ma parlando esclusivamente di campionato, Quagliarella guarda tutti dall’alto. Se poi si va al capitolo rigori, quello dell’altro ieri è stato il numero 37 realizzato (29 in Serie A, dove il recordman è Torti con 71… ) su 43 battuti in carriera.

Il Secolo XIX

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: