Ekdal: “Ormai mi sento bene. La gente muore, il calcio non è, non può essere nella mia mente”.

Ieri è tornato a parlare Albin Ekdal in un’intervista rilasciata al media svedese Expressén, queste le sue parole:

«Ormai mi sento bene da diversi giorni. Sembra che il virus abbia lasciato il mio corpo e non lo sento più. In realtà non mi sentivo così male. Per me sono stati i sintomi dell’influenza piuttosto classici. Un po’ di febbre, mai alta, un po’ di mal di testa, un po’ di dolori articolari e così via. Ovviamente non è stato divertente risultare positivo al test. Ci sono voluti dieci giorni prima che mi sentissi in salute. Ma in questi giorni, quando ero malato, c’erano molti alti e bassi. Un giorno mi sono sentito abbastanza bene, un giorno la febbre è tornata e così via. Mi sono sentito di nuovo bene dall’undicesimo giorno».

Complessivamente Ekdal ha rivelato di essere rimasto da solo in casa (la sua famiglia era già tornata in Svezia prima di Sampdoria-Verona) per 17 giorni: «Non è divertente svegliarsi la mattina e non avere niente da fare e da aspettare. E cucinare per 17 giorni non è divertente. È stressante, ma più o meno tutta l’Italia si trova nella stessa situazione».

Spesso e ha trovato conforto nel telefono: «Con la mia famiglia, certo, e con gli amici. Mi sono sentito spesso anche con alcuni compagni della nazionale svedese, in particolare Mikael Lustig, John Guidetti e Victor Lindelòf, che per sostenermi ha anche messo in rete quel video mentre faceva esercizi fisici indossando la mia maglia della Samp. Qui a casa a Genova mi affaccio per strada e non vedo nessuno, gli italiani hanno preso molto seriamente questa epidemia e stanno rispettando le indicazioni del governo. Certo che vedere le strade vuote è surreale. Non sto davvero pensando al calcio in questo momento. L’unica cosa che conta è tornare a un qualche tipo di normalità, che le persone si sentano meglio e non debbano perdere il lavoro. Quando l’economia va all’inferno e la gente muore, il calcio non è, non può essere nella mia mente».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: