Osti: “Il nostro lavoro è cambiato. L’epidemia ci unirà come popolo”

Carlo Osti, 62 anni, dal dicembre 2012 alla Samp, vive a Piacenza, dove si trova da inizio lockdown, ma ha vissuto per tredici anni a Bergamo (giocatore e dirigente di Atalanta e Alzano Virescit), fino all’approdo alla Samp. Riportiamo le parole che ha rilasciato a La Gazzetta dello Sport.

I primi casi di Covid-19 a Piacenza il 22 febbraio: «Codogno dista 10 chilometri, il Po divide Lombardia ed Emilia. Tanti lodigiani lavorano nel piacentino e viceversa. L’allarme è scattato subito».

Che effetto le fa oggi la città? «Il virus s’è portato via tanti nonni, le nostre radici e la nostra memoria. lo sono piacentino d’adozione, ma è una tragedia che ha toccato molti».

Un piacentino illustre come Giorgio Armani ha definito la città «riservata, silenziosa, ma pronta a combattere». «E vero, lo dice la storia. Questa è la primogenita d’Italia, ha sempre sofferto e lottato. Ma l’Italia è piena di questi esempi positivi. L’epidemia ci unirà di più come popolo».

Bergamo, una seconda casa. «Non guardo più certe immagini: troppo strazianti quelle dei camion militari che portavano via le bare dalla città. Bergamo è straordinaria, la conosco bene e si rialzerà. Inizio la mia giornata ascoltando “Rinascerò” del mio amico Roby Facchinetti, dà speranza».

Lei pensa che la pandemia lascerà un mondo migliore? «Aspettiamo che il coronavirus venga cancellato, è un momento
irreale. Con il presidente Ferrero ed i miei collaboratori abbiamo tante idee. Mi è rimasta impressa una frase di Gandhi: «La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia».

Il suo lavoro è cambiato. «Lavoriamo più al video. Però ora capisci il valore del tempo, ci sono molte altre cose oltre al calcio. Un modo per riappropriarsi della propria vita oltre che di spazi nascosti o dimenticati».

La Samp ha raccolto 130 mila euro per l’ospedale San Martino a Genova. «La città rinascerà con il nuovo Ponte a due anni dalla tragedia del Morandi. E l’Italia intera potrà prendere esempio da Genova».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: