Ferrero occhio alle dichiarazioni fuori dal coro, la Lega non le accetta.

La Serie A si è riscoperta compatta e, dopo giorni di spaccature tra i presidenti che volevano concludere il campionato e quelli che invece lo reputavano già concluso, ieri all’unanimità è passata una delibera nella quale i 20 club hanno manifestato «l’intenzione di portare a termine la stagione sportiva, qualora il Governo ne consenta lo svolgimento nel pieno rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza».

Nel corso dell’assemblea, come riporta Il Corriere dello Sport,  è stato anche chiesto alle società di non rilasciare più dichiarazioni fuori dal coro come alcuni presidenti avevano più volte fatto nelle scorse settimane (Cellino, Cairo e Ferrero su tutti) ed è stato richiamato il massimo senso di responsabilità.

La linea è quella dettata dal presidente della Figc Gravina ovvero l’obbligo di concludere la stagione. Anche perché questo è l’unico modo per fronteggiare con le spalle coperte la “battaglia” per i soldi con le tv.