Serie A: verso lo stop. Se non si trova l’accordo in questi giorni, salta tutto

Se le parti troveranno un accordo sul protocollo, le sedute riprenderanno e, di conseguenza, ci sarà un riflesso positivo anche sulla ripartenza del campionato. Viceversa sarà il Governo a decretare, per emergenza sanitaria, la chiusura della stagione e creerà quelle condizioni affinché il mondo del calcio paghi meno danni possibili a causa dell’emergenza. Sappiamo di parlare di una grande impresa per il Paese, dunque ci assumeremo noi la responsabilità”.

Appello alla Lega di A: “Basta polemiche”

Durante il suo intervento, Spadafora lancia anche un appello alla Lega di A per mettere da parte i dissidi degli ultimi giorni. “Lanciamo un appello alla Lega di Serie A per finire polemiche e scontri – aggiunge -. Il calcio deve essere simbolo di leggerezza, passione e gioco, e deve dividerci solo per il tifo”.

“Se Cts convalida linee guida, dal 18 maggio riapriranno vari centri sportivi”

“Con l’ultimo Dpcm approvato l’attività sportiva e motoria sarà consentita nei parchi e nei luoghi che i vari sindaci riterranno di aprire, con le solite distanze di sicurezza – conclude Spadafora -. Ognuno dovrà fare il possibile per il rispetto delle regole. Questo è anche un test che in due settimane ci consentirà di vedere se è possibile man mano aprire anche altro come ad esempio le palestre, i centri danza, i vari centri sportivi, i circoli per tennis. Proporremo già all’inizio della prossima settimana al Cts le linee guida per tutti questi centri: appena saranno validate, vorrei inserire la loro apertura nel prossimo Dpcm del 18 maggio”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: