Samp: visite mediche con il sorriso per tutti, Gabbiadini conferma: “sto bene”.

Con il campionato sempre sospeso e la notizia della positività di un calciatore del Torino, ieri i giocatori della Samp si sono sottoposti alle visite mediche.

I test, come riporta il Secolo XIX,  sono stati del tutto simili a quelli che si fanno in estate, al rientro dalle vacanze e prima di partire per il ritiro precampionato. Al mattino i blucerchiati si sono alternati all’Ac Hotel per sottoporsi ai test ematici in un salone esclusivamente riservato a loro. Quindi, scaglionati, si sono diretti al Laboratorio Albaro, per la seconda parte delle visite. Tutti con la mascherina sul volto e abbastanza sorridenti. A cominciare da Gabbiadini, il primo blucerchiato a essere stato contagiato dal Covid-19. L’attaccante è arrivato in Albaro poco dopo le 14, tuta e cappellino. Ed è uscito dopo una quarantina di minuti, confermando una volta di più di avere pienamente recuperato dal virus, «Sto bene… adesso vediamo come vanno i test».

Questa mattina una decina di calciatori andranno ad accumulare al Mugnaini. Su richiesta volontaria, senza staff tecnico, assistiti solamente da un presidio medico. A gruppi di tre, a fasce orarie di un’ora e rispettando tutto quel laborioso e dettagliato protocollo sanitario di protezione dal contagio (distanziamento sociale, spogliatoi chiusi, niente doccia…) richiesto in questa fase primordiale del tentativo di ripresa calcistica. Una corsa su un campo di calcio che serve quasi esclusivamente per riattivare alcuni circuiti mentali. Per uscire dal confinamento degli ultimi due mesi, o quasi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: