Serie A: “Condivisione delle proposte con FIGC e medici. Ora palla al Governo”.

Comunicato Lega Serie A.

“Si è tenuto questa mattina, in un clima di fattiva collaborazione, l’incontro tra la FIGC, la Lega Serie A, il presidente della Fmsi Maurizio Casasco e il rappresentante dei medici della serie A, Gianni Nanni. Sono stati analizzati i punti del protocollo difficilmente attuabili e sono state costruttivamente elaborate alcune integrazioni atte a risolvere problematiche oggettive.

Vi è stata una generale condivisione delle proposte finali, formulate per garantire una ripresa in piena sicurezza degli allenamenti di gruppo, che verranno tempestivamente sottoposte al Ministro per le politiche giovanili e lo Sport, al Ministro della Salute e al CTS”.

Sono in particolare tre i punti del protocollo su cui i club e anche i calciatori nutrono più di qualche dubbio. Il primo è la questione della quarantena di squadra in caso di positività di un calciatore, che di fatto porterebbe ad un nuovo stop del campionato. Il secondo è punto critico riguarda il ritiro precampionato in strutture isolate, che anche i calciatori non vedono di buon occhio. Inoltre per motivi logistici non tutti i club sono attrezzati. Infine, dubbi restano sul discorso della responsabilità dei medici sociali. Toccherà ora al presidente Federale Gravina portare le istanze dei club al ministro dello Sport per tentare di trovare una soluzione il più possibile condivisa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: