AIC, caos stipendi: i calciatori minacciano di svincolarsi e di mettere in mora le società.

Come sappiamo nell’ultimo consiglio della FIGC è stato deliberato che i club potranno iscriversi alla nuova stagione avendo pagato solo una delle ultime quattro mensilità (maggio) e questo non è certo piaciuto ai calciatori, che adesso minacciano delle ritorsioni.

La FIGC nel pomeriggio di ieri ha sottolineato la sua versione dei fatti, ma non ha convinto né l’AIC né l’AIAC, con gli allenatori che nella serata di ieri con un comunicato si sono schierati al fianco dei calciatori.

Nel frattempo, come scrive il Corriere della Sera, i giocatori minacciano di mettere in mora le società e svincolarsi se gli stipendi non saranno regolari. Scongiurata per il momento l’ipotesi di uno sciopero.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: