Ferrero verso l’oblio: richiesto il rinvio per i concordati. Non depositata caparra di 1 mil € a Firenze.

Ferrero e la sua famiglia come sappiamo, stanno affrontandolo le procedure di concordato presso il tribunale di Roma. Lo stesso tribunale fallimentare è stato chiuso per un paio di mesi per via del covid 19, tutte le attività processuali sono state spostate avanti. Il Secolo XIX riferisce, sia per la Farvem che per la Eleven Finance, “peraltro gli avvocati di Ferrero hanno già depositato la quarta relazione, chiedendo istanza di proroga per due mesi”, si attende il parere dei commissari.

Nel caso venisse accettata, tutto potrebbe slittare a settembre o ottobre, sempre se prima non ci saranno ulteriori difficoltà per il “viperetta”.

Da Firenze arrivano notizie che è tramontata l’operazione Fulgor, prevedeva una multisala e la costruzione di un hotel. La “cosa più preoccupante” è che dal 2017 non ha mai versato la caparra richiesta (1 milione) su 6.250.000 euro.

Da questi continui rinvii e mancati pagamenti si possono intuire le preoccupazioni che lo stesso Ferrero aveva dichiarato: “paura dell’oblio e della banca rotta” e conferma quello che stiamo scrivendo da diversi mesi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: