Buon compleanno a Francesco Pedone!

Tanti auguri a Francesco “Ciccio” Pedone che compie oggi 52 anni!
Giocatore

Cresciuto nelle giovanili del Como, ha esordito in Serie A con la maglia del Bari nella stagione 1994-1995, in occasione di una sconfitta interna contro la Lazio (0-1). La sua carriera di calciatore professionista, durata diciassette anni, lo ha visto militare in diverse squadre del panorama italiano con quasi 500 partite al suo attivo; ha raggiunto i suoi livelli più alti in massima serie, dove ha vestito le maglie di Reggiana, Venezia, Bari e Sampdoria dal 2002 al 2004.

Complessivamente vanta oltre 140 presenze in Serie A e più di 200 in Serie B, riuscendo a ottenere cinque promozioni in massima categoria con le squadre di Bari, Venezia, Como e Sampdoria.

Allenatore

Dal 2004 ha iniziato come collaboratore tecnico di Walter Novellino alla Sampdoria. Nell’estate 2007 passa al Torino, nelle stesse vesti, e sempre al fianco di Novellino;[1] segue il tecnico anche alla Reggina nel campionato 2009-2010, stavolta come allenatore in seconda, per poi tornare alla Sampdoria nella stagione 2010-2011 come collaboratore tecnico di Domenico Di Carlo. Rimane nei blucerchiati anche dopo l’esonero di Di Carlo e l’arrivo di Alberto Cavasin.

Nelle due stagioni successive (2011-2012 e 2012-2013) entra a far parte del settore giovanile della società doriana, con il ruolo di coordinatore tecnico delle squadre Primavera, Allievi Nazionali A-B e Allievi Nazionali Lega Pro, vincendo il titolo di campione d’Italia con la categoria Allievi Nazionali A-B nell’annata 2011-2012. Nel campionato 2013-2014 assume la conduzione della formazione Allievi Nazionali A-B.

Foto Andrea Leoni

Tra l’1 e il 20 novembre 2013 assume ad interim la conduzione tecnica della prima squadra, in seguito all’esonero di Delio Rossi, fino all’arrivo del nuovo allenatore Siniša Mihajlović. Nell’estate 2015 gli viene inizialmente affidata la formazione Primavera della società blucerchiata; incarico che lascia il successivo 2 settembre per andare a ricoprire il ruolo di vice nello staff della prima squadra guidata da Walter Zenga, lasciato vacante da Luigi Cagni. Il 15 novembre seguente, con l’arrivo sulla panchina doriana di Vincenzo Montella al posto di Zenga, ritorna alla guida della Primavera.

Nella stagione 2016-2017, alla guida della squadra Primavera blucerchiata raggiunge le final eight per l’assegnazione dello scudetto, uscendo ai quarti di finale contro la Juventus (0-1). Proprio quest’ultimo è il club al quale si lega nell’estate seguente, passando alla guida della formazione Under-17 bianconera, con cui raggiunge la final four scudetto dov’è eliminato in semifinale dall’Atalanta.

Fonte Wikipedia

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: