Ranieri: “Abbiamo avuto più occasioni, ma un punto in cascina è sempre buono”

Claudio Ranieri analizza in conferenza stampa la sfida pareggiata con il Genoa: “È stata una partita bella e veloce, anche se quando non c’è pubblico non è bello. Giocare così è triste e brutto, non è calcio. Nel primo tempo il pareggio era giusto, nel secondo tempo siamo stati più pericolosi ma quando non si riesce a vincere va bene non perdere. Keita, Candreva e Silva sono importantissimi. Antonio si è allenato spesso a parte, Silva e Keita è da febbraio che non si muovono. Si stanno impegnando tantissimo ma non posso metterli dall’inizio perchè non mi tengono un tempo. Nell’ultima mezzora possono fare la differenza perchè la qualità è altissima.”

Perchè ha invertito Jankto e Damsgaard? “Ho invertito Jankto e Damsgaard perchè loro avevano in pratica un centrocampo a cinque. Ho chiesto a loro due di invertirsi e di attaccare lo spazio alle spalle perchè ne Ramirez e Quagliarella riuscivano a trovare spazio.”

Fare la partita è più complicato? “Non è più complicato perchè nel econdo tempo abbiamo fatto la partita e sbagliato il goal. Andiamo bene.”

C’è del rammarico? “Quando uno va in campo vuole vincere poi il campo dice se sei stato all’altezza. Noi abbiamo avuto più occasioni, ma un punto in cascina è sempre buono. Ho visto la squadra dare tutto, alcune volte siamo stati precipitosi ma questo è merito anche del Genoa, bisogna fare anche i complimenti a loro.”
Il modulo del Genoa? “Me lo aspettavo perchè sapendo di tutti gli infortunati avevamo pensato che la cosa più giusta che potesse fare Maran era la difesa a quattro. Un po’ come ha fatto a Cagliari.”
Jankto? “È un ragazzo d’oro, un generoso, sta facendo un buonissimo campionato.”

Telenord

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: