Ferrero: nuovo aumento di stipendio, vola a 1,4. Liquidato Romei, le cifre.

Intanto dal verbale del Cda della società blucerchiata dello scorso 17 dicembre (riporta il Secolo XIX) emergono alcuni dettagli. Le deleghe attribuite a Ferrero sono 38 e il suo stipendio annuo lordo è stato aumentato a 1.4 milioni (a fronte di un risparmio sulle spese per consulenze), rispetto al 1.14 dello scorso esercizio. Ai quali vanno aggiunti altri 80.000 euro come emolumenti per la sua presenza nel cda. Restano 20.000 euro lordi i compensi per gli altri consiglieri, Fiorentino e Profiti, mentre Castanini ha rinunciato alla sua quota. Come Vidal, al quale però viene riconosciuto un compenso di 100.000 euro lordi per le sue deleghe. Al commercialista di fiducia è affidato tra l’altro il compito di tenere i rapporti con tutti gli organismi sportivi dalla Figc alla Fifa. Compito che era dell’avvocato Romei. A proposito, a fine dicembre Ferrero ha esercitato il diritto di recessione anticipata della consulenza con Bdl (da circa 500.000 euro all’anno), lo studio legale di Romei, che seguiva ad esempio tutta la contrattualistica. Sancendo di fatto la fine di ogni loro rapporto.

Il bilancio deve essere completato e sarà disponibile e presentato entro Giugno 2021.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: