Sampdoria, sorpresa derby: rinnovi per Audero, Ferrari, Verre e Gabbiadini.

A breve la società blucerchiata annuncerà altri quattro rinnovi, che si aggiungeranno all’infornata di dicembre che aveva coinvolto Ekdal, Augello, Colley e Yoshida. Riporta il secolo XIX:

Questa volta i nomi sono quelli di Verre, Audero, Ferrari e Gabbiadini.

Il trequartista, ieri schierato titolare da Ranieri, era in scadenza di contratto. Già dallo scorso gennaio, se avesse voluto, avrebbe potuto legarsi a un’altra società.

Ferrero non poteva permettersi di perderlo così, sia sotto il profilo tecnico, e sia tra l’altro rischiando anche una minusvalenza a bilancio. Ha già firmato fino al giugno del 2025.

Le trattative con Audero, Ferrari e Gabbiadini non sono invece state motivate da scadenze imminenti, ma anche da ragionamenti di bilancio. A tutti e tre i calciatori è stato proposto infatti di allungare i loro contratti in essere di due o tre stagioni.

Questo consentirà alla società in qualche caso di risparmiare globalmente sul monte ingaggi, ma anche sul valore degli ammortamenti. E non si tratta di un aspetto secondario visto che è proprio una delle voci che pesano maggiormente sui bilanci.

Il portiere, che proprio ieri ha tagliato il traguardo delle 100 presenze con la Samp, aveva il contratto in scadenza a giugno del 2023 e dovrebbe avere prolungato fino al 2025, mantenendo sostanzialmente inalterati i suoi compensi. Il contratto lungo aumenterà però il potere della Sampdoria in eventuali trattative di mercato. La stagione di Audero è positiva, in ripresa dopo la flessione dell’ultimo campionato, e alcune società di Serie A lo stanno seguendo con attenzione.

Anche il contratto di Ferrari era in scadenza a giugno 2023 e anche per il difensore si dovrebbe trattare di due anni in più, mantenendo al momento lo stesso ingaggio.

E lo stesso prolungamento per Gabbiadini, con il quale però l’accordo non è stato ancora raggiunto, ma la fumata bianca è vicinissima. Si stanno limando gli ultimi dettagli. L’attaccante ha accettato di ridursi sensibilmente i compensi.-

Nota: Queste manovre, oltre per gli ammortamenti, possono servire nell’ambito dei concordati per dare una valutazione più equa e dare maggiore “sicurezza” sulla rosa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: