Sampdoria 2 Cagliari 2: un punto per la classifica ma una partita con tanti errori.

Primo tempo:

Dopo 11 minuti, il Cagliari si trova già in vantaggio e la Sampdoria ha problemi nel difendere.

Cagliari in vantaggio, dopo 15 minuti, giocati non benissimo, la Sampdoria ha provato a reagire subito con un bellissima azione, provocando un fallo di rigore poi non assegnato dal Var, fuorigioco sembra millimetrico.

Veramente una brutta Sampdoria, che non riesce a impensierire minimamente il portiere del Cagliari e neanche la difesa. Una squadra che non ha grinta.

Al quarantaquattresimo Jankto, grazie ad un ottimo passaggio di Silva calcia la palla in gradinata a pochi metri dal portiere.

Secondo tempo

Ramirez al posto di Augello, difesa a 3 Ranieri, cambia modulo quindi, primi minuti aggressivi ma rischia di prendere il secondo gol.

Dopo che è stato graziato Pavoletti, al sessantunesimo arriva il primo tiro in porta di Ramirez che para Cragno.

Cambia ancora Ranieri, dentro Gabbiadini per Baldé (4) , Thorsby per Ekdal.

Nonostante sotto di un gol, la Sampdoria continua a dare spazi importanti al Cagliari e quando gli si dà l’occasione, giustamente prova a raddoppiare.

Arrivati a 75simo minuto, segnaliamo un colpo di testa abbastanza pericoloso di Thorsby, bloccato da Cragno.

Al settantottesimo minuto Bereszinsky di prepotenza pareggia i conti col Cagliari, buona partita del polacco.

All’ottantesimo un grandissimo gol di Manolo Gabbiadini che finalmente torna ad incidere con il suo sinistro. Veramente uno spettacolo il gol di Manolo, che salva la Sampdoria da una prestazione fino alla metà del secondo tempo, veramente molla.

All’ultimo secondo Nainggolan pareggia.

Quota 32, ma la Samp deve tornare a vincere.