Samp: la coppia Quaglia-Gabbia funziona benissimo, sarà protagonista del finale di stagione.

Per il finale di stagione Claudio Ranieri può contare su una nuova coppia di attaccanti, la Quagliarella-Gabbiadini. Il tecnico
blucerchiato, ricorda Il Secolo XIX, lo ha implicitamente sottolineato spiegando i motivi che nelle ultime giornate lo stanno portando a cambiare modulo con frequenza, «nel girone di andata abbiamo fatto 26 punti, ma Balde era fermo praticamente da febbraio e Gabbiadini si è fatto male e non
l’ho mai avuto al meglio. Per tanto tempo ho giocato con il solo Quagliarella là davanti. Nel momento in cui vedo che le punte crescono tutte di condizione, da gennaio c’è anche Torregrossa anche se purtroppo ora è di nuovo fermo, è logico che cerchi di trovare una soluzione
per metterne due. Per avere un po’ più di peso in attacco».

Solamente nell’ultima giornata di campionato, a Marassi contro il Torino, Ranieri ha valutato Gabbiadini idoneo a giocare dall’inizio, schierandolo per
la prima volta in questa stagione insieme a Quagliarella. Coppia che dovrebbe essere riproposta anche sabato all’ora di pranzo, a San Siro contro il Milan. Per scelta, ma in questo caso anche per necessità. Considerando che Torregrossa è indisponibile (secondo infortunio al polpaccio in pochi giorni, un piccolo caso) e che Balde, oggi impegnato
con il suo Senegal contro, rientrerà alla Malpensa dopodomani in tarda mattinata, e che Ranieri lo rivedrà quindi al Mugnaini solo venerdì mattina.

Contro il Torino la coppia ha funzionato benissimo, finché Gabbiadini ha avuto benzina nelle gambe. Oltre a duettare con il compagno in fase di possesso, si è sacrificato tantissimo in quella passiva, andando con meticolosità e continuità a marcare il play avversario (Mandragora) e risparmiando un bel po’ di corse a Quagliarella.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: