Sampdoria: Ferrero – Ranieri, rapporto ai minimi storici. Rumors di un possibile addio anticipato

Questo l’indice del barometro personale di Claudio Ranieri. Le ultime voci sul casting di allenatori per la prossima stagione, che porta avanti Massimo Ferrero non gli hanno compromesso la proverbiale tranquillità, ma semmai lo stanno facendo riflettere ancora più profondamente sul suo futuro blucerchiato, riporta il Secolo XIX.

Il presidente oggi arriverà a Genova. Non sono programmati incontri tra i due, non è nemmeno detto che Ferrero passi dal Mugnaini. Forse lo farà domani, ma il condizionale ci sta. L’obiettivo che Ranieri si è posto, e ha dichiarato, per questo finale di stagione è quota 52 punti e darà tutto se stesso per raggiungerlo, trascinando e coinvolgendo una squadra che lo sta seguendo. Ma gli scenari a questo punto sono in continua evoluzione. I rapporti tra il tecnico e il presidente, al di là delle apparenze, stanno toccando probabilmente i minimi storici. L’eventuale rinnovo di contratto si è complicato.

Oltre all’aspetto economico, va a chiamare in causa anche quello progettuale. Ranieri chiede certezze e rassicurazioni sul valore della squadra per la prossima stagione, sull’identità della futura area tecnico/dirigenziale (quella attuale, Osti, Pecini e Ienca, è in scadenza). E non si può escludere, a oggi, nemmeno un finale a sorpresa, con le dimissioni volontarie di Ranieri una volta appunto raggiunto il suo obiettivo di punti. Uno più, uno meno. Un finale di stagione, per Ranieri, che può ricordare per certi versi la sua esperienza di Nantes, caratterizzata nelle ultime settimane da una serie di punzecchiature con il presidente Waldemar Kita. La fine del rapporto, consensuale, venne comunicata due giorni prima dell’ultima giornata di campionato, vinta dalla squadra di Ranieri contro lo Strasburgo. Il Nantes si classificò nono, a quota… 52.In ogni caso le riflessioni sul futuro non condizionano il presente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: