Lotito, caso tamponi: maxi squalifica e decade la carica federale.

Con questa sentenza Lotito decade da ogni carica federale poiché avrebbe superato i 12 mesi di squalifica in 10 anni. La Lazio, in ogni caso, come già anticipato dai legali del club qualche settimana fa, farà ricorso al Collegio di garanzia del Coni. Questa la parte originale del testo ufficiale della sentenza:

“La Corte d’appello accoglie in parte il reclamo numero RG 134/CFA/2020-2021 proposto dalla Procura Federale e, per l’effetto, ridetermina in mesi 12 la sanzione dell’inibizione al Sig. Lotito Claudio ed in € 200.000,00, (Euro duecentomila/00) l’ammenda a carico della società S.S. Lazio S.p.A.; conferma nel resto.
– respinge il reclamo numero RG 140/CFA/2020-2021 proposto dalla S.S. Lazio S.p.A. e dai Sigg.ri Lotito Claudio, Pulcini Ivo e Rodia Fabio. Dispone la comunicazione alle parti, presso i difensori con PEC”.

Prima di questa sentenza, il Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare aveva inflitto a Claudio Lotito 7 mesi di inibizione e 12 mesi ai medici sociali Ivo Pulcini e Fabio Rodia per la violazione delle norme federali e la mancata osservanza dei protocolli sanitari vigenti

Lo riporta Fanpage

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: