Ferrero oggi a Genova, in programma consultazioni per rinnovi di Ranieri e dirigenti.

Oggi è atteso l’arrivo a
Genova di Ferrero, previsto il consueto giro di valzer di consultazioni e confronti più o meno ufficiali per decidere il
futuro di panchina, dirigenti e capitano. Attesa l’ufficialità di Quagliarella per un’altra stagione (ormai scontata). Capitano a parte, come riporta Il Secolo XIX, sono tre temi dall’esito imprevedibile visto che al netto delle multiple volontà di continuare insieme – vale
soprattutto per Ranieri – i nodi sul”come farlo”, dall’importo dell’ingaggio alla durata, ai bonus e non ultimo il progetto, sono ancora da sciogliere.

Come sempre in questi casi c’è da fare la tara tra ciò che filtra e ciò che è realmente perché nel gioco delle parti tra domanda e
offerta è difficile districarsi e capire la natura di determinati messaggi e le relative posizioni.

Ferrero, finora conduce le danze facendo pervenire proposte o ipotesi di proposte improntate sempre al ribasso in linea con la politica di contenimento che un po’ tutto il calcio sta varando per i danni economici legati al Covid. E Ranieri, che per ora fa trattare il suo agente Luca Bascherini, a sua volta conduce la sua di danza facendo capire di non apprezzare, a quasi 70 anni e con la sua esperienza, che il suo mezzo
miracolo dell’ultimo anno e mezzo a Genova non valga almeno la conferma degli stessi importi di oggi e per una durata di altri due anni.
Come sempre si tratterà di vedere se il punto di compromesso tra domanda e offerta è raggiungibile o le parti sono davvero così arroccate.

Per quel che riguarda la prosecuzione il rapporto con Riccardo Pecini, il dirigente-scout vuole chiarezza sui progetti.

Il ds Osti, invece, è in stand by e la firma sembra slittare soprattutto per motivi formali, visto che non sarebbe elegante farlo prima che i due suoi stretti collaboratori – tecnico e Pecini – definiscano le proprie posizioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: