Samp, Keita supera Quaglia: per media gol è il doriano più decisivo.

Balde è diventato il doriano più decisivo con una rete ogni 170′ minuti. Ha fatto meglio di capitan Quagliarella che con 11 gol ha una media di una rete ogni 200′. Tra i due litiganti il terzo che gode è Torregrossa che per ora ha segnato 1 gol, l’unico (e decisivo, contro l’Udinese all’andata), ma ogni 174′ minuti. È entrato e ha segnato subito e poi si è infortunato, quindi il suo bilancio è nobile ma abbastanza inattendibile visto che ha giocato molto poco per giudicarlo. In parte vale anche per Gabbiadini che di gol ne ha segnati 2 in campionato – uno ogni 384′ – ma anche per lui vale il discorso di essere stato a lungo fuori per infortunio. Ancora a zero il povero La Gumina, che l’unico gol lo ha fatto come noto in Coppa Italia e in campionato è ancora a secco. Cosa che difficilmente lo farà restare a Genova in futuro.

La sostanza, come scrive Il Secolo XIX, è che l’attacco della Samp, per ora, ha dato in definitiva meno gioie che dolori. Già, perché i 5 attaccanti della rosa hanno segnato 21 gol su 48 totali, meno del 50%. E considerato che i centrocampisti di gol ne hanno fatti 22 (e 5 i difensori), la Samp è una delle cinque società di A ad aver segnato meno con l’attacco che con la mediana (le altre sono Parma, Verona, Udinese e Roma). Questo in assoluto non è un grosso problema, i gol l’importante è farli non chi li fa, ma salta agli occhi come in vista della prossima stagione la Samp
qualche domanda su chi puntare davanti se la dovrà fare. Al netto dell’ormai certa presenza un’altra stagione di capitan Quagliarella, che però sarà vicino ai 40, gli altri attaccanti hanno dato tutti risposte parziali.

Il vero dubbio è cosa fare di Balde, che curiosamente da quando è in odore di addio perché sembrava calante ha pensato bene di svegliarsi e
ripreso a segnare. Lo ha fatto due volte in due partite, prima a San Siro contro l’Inter e adesso contro lo Spezia nel 2-2 finale. I suoi centri sono così saliti a 7 che tenuto conto del basso minutaggio (1194′) non sono pochi. Come noto il problema è sia il riscatto alto dal Monaco, per 10 milioni, ma soprattutto l’ingaggio da quasi 3 milioni che la Samp dovrebbe sobbarcarsi in caso di riscatto. È una cifra monstre che
Corte Lambruschini si è già chiesta e si chiederà spesso nelle prossime ore se valga o no la pena sobbarcarsi. Ferrero a parole celebra il senegalese ma come sempre tenterà di strappare un ingaggio ultra scontato per l’emergenza Covid. C’è da capire se l’attaccante accetterà
o no. E naturalmente molto dipenderà dal giudizio di Ranieri, che Balde lo ha fortemente voluto l’estate scorsa ma poi lo ha mandato in campo raramente dal primo minuto preferendo la sua verve a partita in corso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: