Allenatore Samp, Dionisi: Corsi minaccia linea dura, 2 milioni per liberarlo. Ferrero pensa a contropartita.

Ieri Alessio Dionisi si è
incontrato con il ds della società toscana, l’ex blucerchiato Pietro Accardi. Oggi lo farà con il presidente Fabrizio Corsi, sempre più innervosito dalla situazione con il suo allenatore. Tra tecnico e patron ci sarebbe stato,
secondo il club azzurro, un “gentlement agreement” dopo la proposta di rinnovo fattagli la settimana scorsa (prendeva 450 mila netti, offerta di un biennale a 600 più 100 di premio salvezza) e cioè che prima di incontrarsi di nuovo per decidere se continuare o meno il rapporto, Dionisi non avrebbe visto o parlato con nessuna altra società senza autorizzazione. E invece, secondo Corsi, non è andata così, il suo allenatore ha visto o parlato con altri, come peraltro solitamente accade: oltre alla Samp voci su Sassuolo, Lazio e Verona. Corsi ritiene di averne le prove e, secondo Il Secolo XIX, starebbe ventilando l’ipotesi, a seconda degli sviluppi, di rivolgersi alla Figc per chiedere il deferimento di Dionisi e dei dirigenti delle altre squadre coinvolti. Insomma, minaccia di linea dura. E forse è una carta strategica da giocarsi nella trattativa. Il presidente dell’Empoli ripete a tutti di non volere fare la figura del “fesso”, e pretende adesso un indennizzo, che in base alle ultime voci sarebbe di due milioni.

Ferrero ha puntato su Dionisi, e Dionisi ha puntato sulla Samp, la considera la piazza giusta, tanto che avrebbe raggiunto un accordo per i prossimi tre anni (a
circa 800 mila più bonus) anche prima di avere garanzie tecniche sulla rosa (dal prossimo mercato Ferrero deve realizzare circa 27/28 milioni di plusvalenze) e sull’area tecnica. Visto che il futuro doriano di Osti e Pecini, nuovamente entrato nelle mire dello Spezia, è più che
mai appeso a un filo. Il presidente si rifiuta di pagare per avere un allenatore e la chiave per aggirare l’ostacolo può essere il mercato. La Samp ad esempio può proporre qualche operazione all’Empoli con i vari La Gumina, Rocha, Askildsen, Leris, Chabot, oppure potrebbe acquistare una pedina di una lista proposta dal presidente dell’Empoli, ad esempio tra La Mantia, Stulac, Romagnoli o qualche giovane da plusvalenza. Dionisi ci crede nella Samp ed è sicuro che Ferrero lo stia aspettando. Non a caso qualche suo collaboratore sta già prendendo informazioni da giorni su Genova e il Mugnaini. Le alternative restano sempre Giampaolo sul quale però il Sassuolo sta facendo passi avanti. Poi D’Aversa, Gotti e sullo sfondo Iachini. Oltre alla new entry Tedesco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: