Cessione Salernitana, S. T.: “Nessuna risposta a Radrizzani. Il trust, come per la Sampdoria, resta soluzione più accreditata”.

Come riporta Salerno Today nell’edizione odierna, il presidente del Leeds, Andrea Radrizzani tre giorni fa ha formulato una offerta di 40 milioni di euro, rimasta inascoltata, per rilevare le quote azionarie della Salernitana. Ora l’entourage racconta di contatti e canali non più caldissimi, anzi si sarebbero decisamente raffreddati. Difficile immaginare un rilancio all’ultima curva, a pochi istanti dalla deadline fissata dalla Federcalcio per la cessione delle quote azionarie della Salernitana.

Lotito e Mezzaroma, com’è noto, valutano la Salernitana esattamente il doppio: 80 milioni di euro per arrivare a dama. In ogni caso, il club deve cambiare assetto entro il 25 giugno, che è domani. C’è poca sabbia nella clessidra, il conto alla rovescia volge al termine. Pur tenuto conto del tentativo di addivenire ad una cessione diretta delle quote azionarie (c’è anche un gruppo imprenditoriale romano con il quale i co-patron dialogano da giorni), la soluzione del trust resta in piedi, anzi è quella maggiormente accreditata. Toccherà poi al trustee occuparsi della vendita della Salernitana e per i co-patron non ci sarebbe nessuna possibilità di entrare in contatto con il bene, se non al momento di ottenere ricavi.

Nel frattempo, Il Sole 24 ore, parla di un forte interesse della famiglia reale di Abu Dhabi. Secondo le indiscrezioni fornite dal quotidiano economico, sarebbe scesa in campo una cordata formata da Bin Zayed Group, nel ruolo di investitore, e Blue Skye, come finanziatore. Il primo è un gruppo che fa capo a un membro della famiglia reale di Abu Dhabi, cioè Khaled Zayed Saquer Zayed Al Nahyan.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: