Plusvalenze sospette: coinvolte anche Samp e Genoa. Procura Figc apre fascicolo.

Sono 62 le plusvalenze sospette da trasferimenti di mercato finite sotto la lente della procura della Federcalcio, dopo una segnalazione arrivata dalla Covisoc, l’organo di controllo economico del calcio.

Sotto esame sono finite in particolare operazioni effettuate negli ultimi due anni dai club di A quotati in Borsa. Un tema non nuovo, e non solamente per il movimento calcistico italiano, ma che ciclicamente torna alla ribalta. Il presidente federale Gravina e il procuratore capo Chinè al momento hanno aperto un fascicolo e stanno assumendo le informazioni.

Nel quadro delle operazioni monitorate della Juventus (lo scambio Pianic-Arthur con il Barcellona ad esempio) sono coinvolte anche le due società genovesi. Quella rossoblù per il trasferimento in bianconero di Rovella. La blucerchiata per Audero (a bilancio per 20 milioni) più una serie di giovani: Peeters (4), Vrioni (3,88), Mulè (3,5, dalla Samp alla Juve), Francofonte (1,7), Gerbi (1,3), Brentan (225mila) e Stoppa (1, dalla Juve alla Samp).

Significativa l’operazione Osimhen tra Napoli e Lille, 71,25 milioni di euro complessivi che però la società di De Laurentiis riusci ad abbattere con l’inserimento di 4contropartite: il più importante fu Orestis Karnezis, valutato 5,13 milioni, e i tre giovani Manzi (4 milioni), Palmieri (7 milioni) e Liguori (4 milioni). Il primo è alla Turris in C, il secondo alla Nocerina in D, il terzo all’Afragolese in D.

Lo riporta Il Secolo XIX

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: