Damsgaard, infortunio misterioso: ricoverato in clinica da alcuni giorni. Si allungano i tempi per il rientro.

Brutto incubo è quello che ha vissuto nei giorni scorsi Mikkel Damsgaard, un’infezione al ginocchio destro lo blocca a letto e ancora non ne è uscito completamente.

Il danese si trova ricoverato da metà della settimana scorsa in una struttura privata a causa di una febbre misteriosa associata a un problema a un ginocchio.

Nelle ultime ore la situazione è in netto miglioramento e, come riporta Il Secolo XIX, oggi sarà sottoposto a nuovi esami e controlli da parte del dottor Amedeo Baldari, responsabile dell’area sanitaria blucerchiata, e del professor Claudio Mazzola, il consulente ortopedico della società. Se tutto va bene, potrebbe avere il permesso di tornare a casa, che sarebbe già un’iniezione di fiducia per il suo morale, comprensibilmente provato.

Al momento chiaramente non è possibile fare nessuna previsione sui tempi di rientro. Che non avrebbe recuperato prima della sosta di metà novembre già si era capito quando era rientrato a Genova dopo l’infortunio al ginocchio sinistro patito in Danimarca-Austria dello scorso 12 ottobre. Ma il nuovo e improvviso problema sorto nei giorni scorsi potrebbe rimandare ulteriormente il suo rientro, anche a fine novembre. Quanto sta succedendo a Damsgaard ha ancora alcuni aspetti da definire. Il danese nella settimana pre-Spezia aveva anche incominciato a correre sul campo, insieme al professor Borino. Poi, di colpo, ecco questi attacchi febbrili, con temperature medio/alte. E contemporaneamente un gonfiore al ginocchio, la cosa strana però è che non si tratta del sinistro, quello cioè che si era infortunato nel corso della partita con la nazionale, ma il destro. Che a tutti gli effetti non ha mai avuto problemi. Damsgaard non ricorda di avere preso o ricevuto colpi. Si potrebbe trattare di una qualche forma virale, al momento però non ancora identificata. Anche i genitori del ragazzo si sono preoccupati ma lui li ha tranquillizzati, preferendo che restassero in Danimarca. Nei giorni scorsi alcuni compagni di squadra sono andati a fargli visita in clinica. Damsgaard si è spaventato perché non è chiara la natura di questo infortunio.

Adesso confida di essersi lasciato alle spalle il periodo critico, e di potere quindi iniziare il percorso di recupero. Ha una grandissima voglia di tornare in campo e di dare una mano alla Sampdoria. Fosse per lui lo farebbe già domenica prossima contro il Bologna. Ma ci vorrà un po’ di pazienza.