Plusvalenze: la nuova norma FIGC al via dal 22/23. Validità solo con reale flusso di cassa.

Si muove il fronte politico-sportivo alla luce del nuovo scandalo che sta colpendo il calcio italiano. Come riporta la Gazzetta dello Sport, la FIGC sta portando avanti il progetto per approvare una norma specifica sul tema delle plusvalenze, che potrebbe scattare già dalla prossima stagione.

In particolare, per calcolare il rispetto dei parametri per iscriversi, alla voce dei ricavi non si prenderebbe più in considerazione le plusvalenze «a costo zero», ossia quelle senza flusso di cassa, ma soltanto quelle con un reale passaggio di denaro. Verrebbe così limitato lo scambio di cartellini in sostituzione dell’effettivo versamento in cash del valore dei giocatori, operazione finita sotto la lente delle autorità.

Un esempio a riguardo è la trattativa tra Juventus e Genoa per l’acquisto di Nicolò Rovella: il giocatore, pagato 18 milioni dai bianconeri, è stato acquistato cedendo i giocatori Manolo Portanova a 10 milioni di euro ed Elia Petrelli a 8 milioni, per un totale di 18 milioni, senza un effettivo flusso di cassa.

Calcioefinanza.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: